• IL CAMP ESTIVO A MISURA DI BAMBINO E AL SERVIZIO DELLE FAMIGLIE
    Il camp più innovativo e coinvolgente della Brianza, torna nelle vacanze natalizia!

    Clicca sul KOALA vai sulla nostra pagina FB e clicca su MI PIACE!

    Info alessandrocrisafulli@libero.it -www.tikitakacamp.it

CONCORSO A PREMI. Indovina chi…? (centrodestra)

Siamo tutti curiosi, no? Nel panorama politico cittadino c’è grande fibrillazione per scoprire chi sarà il principale (almeno in teoria…) competitor alle elezioni di Roberto Corti.
Cioè il candidato di Forza Italia – Lega Nord e Fratelli d’Italia.
A patto che si mettano d’accordo, anche se la presenza del segretario lumbard Tino Perego all’inaugurazione di domenica della nuova sede di FI in via Milano sembra far intuire che la strada è quella.
Ma il candidato? Tempo fa si vociferava di una donna, di mezza età, professionista…sarà ancora lei? Sarà un esponente del Carroccio (si era vociferato di Andrea Villa) o gli azzurri, con Michele Vitale, faranno la voce grossa? Sarà scelto dal territorio o imposto dall’alto, nello scacchiere provinciale dei partiti?
Beh, Made in Desio ha deciso di lanciare un concorso.

Prova a indovinare! Il primo che scrive qui nome e cognome del futuro candidato del centrodestra, e ci azzecca, vincerà un premio…. :-)

Pubblicato in L'artigiano del mese | Etichette: , | 6 Repliche

Il sindaco: “Abbiamo abbassato le rette delle materne”. Anzi, sono aumentate…

Ricevo e pubblico da Vincenzo Bella.

COSTI DELLE RETTE ABBATTUTI ?

E’ vero questa giunta ha abbassato le rette.

Le ha abbassate per il 20% degli iscritti, ma per il resto sono aumentate, e per più di un terzo anche di molto.

Fino al 2012 la retta per le materne paritarie e comunale era €.145 al mese, uguale per tutti. Dal 2013 è stato introdotto un nuovo metodo di calcolo basato sull’indicatore ISEE determinando un aumento della retta, per 80% delle famiglie, ma anche una diminuzione per il restante 20 %. Dal 2016 viene attuata una riduzione differenziata rispetto ai forti aumenti precedenti, introdotti nel 2013. Così che il 20% delle famiglie continua a pagare meno rispetto alla retta del 2012 (€. 145), mentre il rimanente 80% continua a pagare di più o molto di più.

Per maggior chiarezza e trasparenza si veda la tabella sottostante con i dati ufficiali e i riferimenti alle delibere.

 

rette

Pubblicato in L'artigiano del mese | 17 Repliche

Made in Desio boom…

In questi giorni, con un carico molto alto di visite, il server di Made in Desio ha avuto qualche problema.
In tanti mi hanno segnalato il problema: grazie, ma non preoccupatevi, MID vive e combatte insieme a chi vuole una Desio sempre migliore. All’insegna del rispetto e del confronto.

 

Pubblicato in L'artigiano del mese | 1 Replica

Desio Viva…si ravviva per le elezioni

Mercoledì 03 febbraio 2016 si è tenuta l’Assemblea della Lista Civica Desio Viva per il rinnovo delle cariche dell’Associazione.
Il nuovo Consiglio Direttivo è composto da:

Barlassina Simona – Presidente
Marco Beretta – Vice Presidente
Antonio Adelchino – Cassiere
Stefano Bruno Guidotti
Giovanna Abile
Claudio Arienti

Con questo Consiglio Direttivo e grazie ai cittadini che lavorano con noi e che ci supportano, diamo continuità ad un certo stile che ci ha contraddistinto in questi anni per serietà, senso di responsabilità e soprattutto coerenza con il mandato che i cittadini desiani ci hanno conferito nel 2011.

In questi giorni stiamo lavorando per definire la lista dei candidati che si presenteranno alle elezioni amministrative e rimanendo fedeli allo spirito con cui siamo nati, stiamo cercando di formare una squadra formata da persone semplici che desiderano impegnarsi per la propria città.

Domenica 21 febbraio, dalle ore 9.00 alle ore 20.00, saremo  in sala Pertini (Piazza Don Giussani) insieme al Sindaco Roberto Corti e alle altre forze di maggioranza, per incontrare la popolazione e coinvolgerla nella progettazione della nostra Desio dei prossimi 5 anni.

Lista Civica Desio Viva

Desio 05 febbraio 2016

Pubblicato in L'artigiano del mese | 6 Repliche

Sia chiaro! Questa (non) è campagna elettorale!!!

Comunicato stampa del sindaco Corti.

Ma qualcuno, anche tra i suoi scudieri, inizierebbe ad avere dei dubbi

ABBIAMO FATTO TANTO PER LA CITTÀ, SENZA SPERECARE RISORSE

ADESSO DOBBIAMO RACCONTARE AI CITTADINI LA DESIO DEL FUTURO

Costi di rette e mense scolastiche abbattuti, lavori di manutenzione avviati, casse comunali in ordine. Adesso è arrivato il momento di comunicare ai desiani i nostri progetti per il futuro

Quello che un sindaco si trova a fare, negli ultimi sei mesi del suo mandato, è suscettibile di una miriade di critiche (non sempre costruttive) e di attenzioni (non sempre imparziali) provenienti, generalmente, dagli ambienti delle opposizioni politiche, interessati a che le cose vadano male.

Ma questo accade “da che mondo è mondo” e non mi scandalizza più di tanto.

Nel momento in cui si avvicinano i giudizi elettorali, gli amministratori vengono tacciati di agire in modo strumentale, attivando sul territorio lavori e interventi per pavoneggiarsi in vista del voto imminente.

Naturalmente, per quanto ci riguarda non è così, visto che per quattro anni siamo stati costretti ad accantonare soldi (l’avanzo è passato dai 2 milioni di euro del 2011, agli oltre 10 milioni di euro del 2014), per i vincoli del patto di stabilità.; ed è per questo che sono stupito quando sento ex assessori e consiglieri dell’opposizione che scrivono e denunciano che il Comune di Desio ha attivato alcuni lavori solo in vista delle elezioni del prossimo giugno, quando loro sono ben consapevoli di come sono cambiate le regole sui bilanci comunali.

Chi dice questo non dimostra solo ignoranza amministrativa, ma vera è propria malafede.

La cosa certa è che, personalmente, seguendo con coerenza le mie responsabilità di Sindaco, condurrò a conclusione il mio mandato sino all’ultimo giorno, avviando tutti i lavori programmati per il 2016 con la mia Giunta e gli uffici comunali e portando a compimento gran parte di essi entro l’estate.

La situazione di Desio, in questo momento, è caratterizzata da ulteriori particolarità, dettate dalle tempistiche di un evento legislativo eccezionale: la Legge di stabilità 2016, approvata dal Governo di Matteo Renzi alla fine del dicembre 2015, è giunta come un regalo inaspettato per i Comuni virtuosi come il nostro (con i conti del bilancio in attivo) e ha liberato, per quanto ci riguarda, 4,5 milioni di euro che stiamo spendendo su progetti che riguardano scuole, strade, verde pubblico, marciapiedi, aree giochi, Villa Tittoni, Palabancodesio, Centro Sportivo, etc…

Riassumendo: c’è un’Amministrazione, quella di Desio, che, a tempo debito e con lungimiranza, ha programmato importanti lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, ha portato avanti le emergenze cittadine ed è arrivata pronta a cogliere un’occasione unica negli ultimi cinque anni, offerta dal Governo Renzi con lo sblocco di risorse importanti.

Ma, se questa situazione ha una sua chiarezza intrinseca, comprensibile a chiunque, ancora più chiara risulterà la semplice comparazione tra le cifre spese dall’amministrazione precedente alla voce: “Rappresentanza e comunicazione”, proprio quella in cui molti criticoni dell’ultima ora ricoprivano ruoli di responsabilità. Ebbene, questi stessi criticoni hanno speso, ogni anno, oltre 40 mila euro per l’Informatore Comunale, mentre noi lo realizziamo a costo zero (coprendone i costi con gli introiti della sola pubblicità) e hanno pagato 20 mila euro l’anno un addetto stampa che noi non abbiamo mai avuto.

Questo semplice dato, da solo, dovrebbe essere sufficiente a riportare un minimo di decenza sulla discussione su come è stata amministrata la città in questi ultimi quattro anni, sulla qualità delle scelte fatte dal Sindaco e sui risultati, in parte sorprendenti, ottenuti in così poco tempo.

Qualora mi fosse richiesto di fare un’autocritica specifica sul mio mandato, tenendo conto di tutti i difetti che mi riconosco come persona e come Sindaco, di certo sarebbe quella di aver lavorato con la mia Giunta per quattro anni a testa bassa, con grande intensità, comunicando troppo poco il cambiamento che è riscontrabile nei fatti e nelle opere che abbiamo realizzato, stiamo realizzando e realizzeremo in città.

Per quel che mi riguarda, in questa fase amministrativa della storia di Desio, al di là delle fibrillazioni che può provocare nei partiti politici di opposizione, è arrivato il momento di raccontare ai cittadini come è mutata la città in questi anni di duro lavoro: dalla mia mediazione sulla vertenza per i dipendenti della Beretta, al recupero del patrimonio storico-edilizio rappresentato dalla Villa Tittoni-Traversi, dal mantenimento degli standard di assistenza alle fasce più deboli della cittadinanza, al rilancio nazionale ed internazionale del PalaDesio, dalla prossima realizzazione del centro federale di Ginnastica Ritmica, all’abbassamento delle rette delle scuole materne e delle mense scolastiche, dalla tutela delle aree verdi con l’ingresso nel Parco sovracomunale del Grugnotorto, all’attivazione della partecipazione dei cittadini ai processi decisionali attraverso i quartieri e gli incontri con l’Amministrazione. Questo solo per citare alcuni dei risultati concreti raggiunti.

Tuttavia, oggi, ciò che mi preme di più è pensare al futuro di Desio e ai nuovi progetti che ho intenzione di mettere in cantiere nei prossimi cinque anni per portare a compimento il rinnovamento della nostra Desio, città nella quale credo e ho sempre creduto, anche in quei momenti difficili quando eravamo in pochi a sperare in un futuro migliore.

ROBERTO CORTI

Sindaco di Desio

Pubblicato in dibattiti | 7 Repliche

Ieri in consiglio comunale…..

Watch live streaming video from desiotv at livestream.com
Pubblicato in L'artigiano del mese | Scrivi un commento

Corti contro Smorta. Gong! Primo round.

Ma qualcuno, anche tra i suoi scudieri, inizierebbe ad avere dei dubbi

L’accusa. E la decisione choc.

A quattro mesi dalle elezioni, l’assessore Paolo Smorta “inventa” la sua lista antagonista e il Sindaco Roberto Corti è costretto a revocargli la fiducia e l’incarico In vista dell’appuntamento elettorale ormai alle porte, le soddisfazioni amministrative di cinque anni di impegno e di lavori portati a termine con determinazione e le delusioni umane (prima ancora che politiche) per i tradimenti e i voltafaccia di chi si credeva essere amico, (oltre che un assessore affidabile e un politico serio) sono da mettere in conto come le rondini in primavera e le gelate in gennaio.

Dopo qualche settimana di comportamenti ambigui e circospetti, ho appreso, che l’assessore della mia maggioranza Paolo Smorta (con deleghe al Commercio, Sport ed Eventi), ha deciso di presentarsi alle prossime elezioni con una lista concorrente alla mia candidatura, senza neanche la correttezza umana di presentarmi preventivamente le sue dimissioni. Trasparenza, schiettezza e onestà: questi i valori che guidano la mia vita (personale e professionale), così come hanno sempre contraddistinto l’operato della mia Giunta. Non ho mai dato credito a voci di corridoio e illazioni di vario genere. Per questo motivo, richiesto un chiarimento con Paolo Smorta, l’assessore ha confermato la sua intenzione di fare una propria lista, ma in appoggio a Roberto Corti. La sua iniziale promessa di dichiarare ufficialmente quanto sostenuto, trasformatasi prima in un continuo rinvio, poi in un rifiuto accampando improbabili scuse, ha rivelato in tutta la sua evidenza la palese scorrettezza del suo comportamento.

La notizia è ancora più amara se penso che, mentre tutta la mia squadra di governo e gli uffici del Comune, stavano lavorando, con grandi sforzi, per seguire i progetti di sistemazione delle strade e dei marciapiedi, il verde pubblico, le scuole (ristrutturando le strutture, abbassando le tariffe delle mense e delle rette delle materne, liberando gli edifici dall’eternit), qualcuno, all’interno della mia Giunta, stava lavorando per i propri interessi, pensando alla propria candidatura politica in spregio ad ogni comportamento etico e morale. A questo punto, dopo aver parlato con le forze politiche che appoggiano la mia Giunta (Pd, Desio Viva, Sinistra per Desio), ho disposto la revoca delle deleghe e della fiducia all’ormai ex-assessore Paolo Smorta, al quale auguro di ottenere quanto va cercando. Dispiaciuti, io e la mia Giunta, per le modalità con cui si è arrivati a tali conclusioni, continueremo tuttavia, concentrati, nel compito di portare a termine le ultime importanti realizzazioni sul territorio ed a continuare a spiegare ai desiani come sarà la Desio del futuro.

Roberto Corti SINDACO DI DESIO

——————-

101_2992

La difesa. E il contropiede.

Sono sorpreso e rammaricato per i toni e la brutalità con cui il Sindaco ha voluto bruscamente togliermi le deleghe. Potrei arrabbiarmi, per le falsità scritte. Potrei infischiarmene, in quanto al servizio della mia città con o senza carica istituzionale. Oppure potrei rispondere punto per punto. Con i fatti. Che zittiscono le chiacchiere.
Eccoli.

Mentre io ero in Regione, per recuperare fondi per il centro sportivo, mi chiama il Sindaco per dirmi al telefono di avermi tolto le deleghe. Assicurando che non lo avrebbe fatto, se non fosse stato pressato dalla maggioranza. Dimostrando così di ubbidire esclusivamente a logiche di partito. Eppure fino al 16 gennaio mi diceva che ero “un puro” e apprezzava la mia onestà intellettuale al punto da promettermi nuovamente l’assessorato.

Sono io che lavoro per i miei interessi? Sono io il voltafaccia?

Durante il mio mandato ho consumato le suole delle scarpe cento volte per fare, fare, fare, per il commercio, lo sport e gli eventi per Desio. Mentre altri si sono svegliati solo adesso…chissà perchè. Si può fare campagna elettorale persino con un comunicato stampa in cui si revocano le deleghe a un assessore? Io non sono iscritto al PD né a nessun partito e non svendo la mia libertà, né personale né politica. Non mi faccio dettare tempi, condizioni né parole da nessuno. Non accetto pressioni né intimidazioni.

Ho bisogno di riflettere se creare una lista e lo sto facendo. Una lista composta da persone competenti e che amano Desio. Il tutto lo sto facendo in maniera trasparente: ho incontrato due volte il sindaco e più volte il segretario del PD. Ho ribadito sempre le stesse cose, chiaramente. Non so quindi da chi il sindaco abbia “appreso” e cosa abbia appreso.

Perchè avrei dovuto dimettermi ora, quando stavo portando avanti importanti obiettivi e progetti per Desio, relativi alle mie deleghe? I risultati da me raggiunti sono sotto gli occhi di tutti, anche se avrei desiderato poter fare ancora meglio. Mi dispiace che il mio mandato sia stato ingiustamente interrotto. Ringrazio le persone che lavorano in Comune, i cittadini, i commercianti, le società sportive con le quali ho collaborato per raggiungere traguardi insperati: ne sono orgoglioso.

E se qualcuno pensa con quella lettera di avermi demoralizzato, beh questa volta, anche se ingegnere, ha sbagliato a fare i calcoli. O li ha fatti troppo CORTI. Gennaio è passato, con le sue gelate. La primavera è vicina, e passeranno le rondini. Ma più in là…quando i giorni saranno un po’ più lunghi arriverà anche il 12 giugno. Quel giorno, chissà, passerà un vento nuovo che spazzerà le nubi.

In una prossima conferenza stampa, comunque, andremo a fondo nella vicenda. E, in ogni momento, sono pronto a un confronto pubblico con il Sindaco.

Paolo Smorta

 

Pubblicato in L'artigiano del mese | Etichette: , | 41 Repliche

Centrodestra? “Macchè, noi corriamo da soli”.

Di seguito il comunicato licenziato dal Direttivo della Lista Civica PER Desio, dopo gli incontri politici susseguitisi nell’ultimo periodo e dopo, soprattutto, la riunione interna di lunedì scorso con iscritti e simpatizzanti.

“Dopo aver attentamente esaminato il panorama politico desiano ed essersi confrontata con altre forze politiche, la Lista Civica PER Desio, in occasione della riunione aperta tenutasi con successo il 18 gennaio u.s., ampiamente partecipata dai simpatizzanti, ha deciso all’unanimità di presentare in totale autonomia il proprio programma ed il proprio candidato sindaco; ciò coerentemente con il fine di porsi come forza politica ALTERNATIVA, svincolata da logiche di partito che distraggono dal conseguimento dell’effettivo bene della città e dei suoi cittadini.
Crediamo che esista uno spazio di consenso ampio per una proposta nuova, realmente competitiva e non puramente simbolica da offrire ai cittadini di Desio alle prossime elezioni.
La Lista Civica PER Desio resta aperta al dialogo con tutte le forze politiche che ne condividano l’impostazione strategica e i principi.”
Il Direttivo

Pubblicato in L'artigiano del mese | Scrivi un commento

Forza Italia Desio sorride con Berlusconi

Ricevo e pubblico

I giovani di Forza Italia Lombardia si sono incontrati a cena ad Arcore con il Presidente Berlusconi per i suoi 22 anni di scesa in campo. La sua presenza anima le serate passando da  momenti di grandi insegnamenti da mettere in campo sui territori a momenti in cui si puó ridere e scherzare. Un Presidente più in forma che mai che ha promesso la sua presenza nella nostra sede. I giovani Forzisti Desiani erano presenti vice coordinatrice Carlotta Barlozzetti, consigliere comunale Daniele Commatteo, Carmelo Gangi e un giovanissimo militante Simone Cannarozzi. Da questa serata partiamo ancora più carichi per affrontare i prossimi mesi, a Desio il nome del partito é stato infangato troppe volte e ora non ha più senso puntare il dito contro quelli di prima. Io in primis sono orgogliosa di alzare la bandiera di Forza Italia, di scendere in piazza ad ascoltare i cittadini e lavorare sodo. Saranno mesi impegnativi e ricchi di tantissime iniziative.

Carlotta Barlozzetti

vice coordinatrice Forza Italia Desio

Pubblicato in L'artigiano del mese | 2 Repliche

Alla faccia (sempre la stessa…) del rinnovamento. Forza Italia = Perri. E il patto con la Lega vacilla

Succede che FORZA ITALIA mi mandi una mail chiedendomi di pubblicare l’evento dell’inaugurazione della nuova sede di Forza Italia per la campagna elettorale.
Lo faccio, tranquillamente, come con tutti i partiti e gruppi, di qualsiasi schieramento.

Eccola qui, la notizia.

Il giorno 7/2/2016 alle ore 11 FORZA ITALIA DESIO organizza l’evento di inaugurazione della sede operativa destinata alla campagna elettorale delle elezioni amministrative 2016. Ha confermato la sua presenza il coordinatore Provinciale Fabrizio Sala.
La sede si trova a Desio in via Milano,65 chi fosse interessato a partecipare può, per motivi organizzativi, inviare una mail di conferma a: liciaarienti@gmail.com
vi aspettiamo numerosi.
Michele Vitale

 

Ma succede anche che, sia prima che dopo la ricezione di quella mail, in due bar diversi della città, mi capiti di incrociare esponenti di Forza Italia (in particolare il leader attuale Michele Vitale), in riunioni condotte e totalmente dominate da una sola persona. Un one man show. Con tutti gli altri – imprenditori e altre persone, più o meno giovani – a pendere dalle sue labbra. Dai suoi input. Dai suoi gesti.

Quella persona è ROSARIO PERRI. Che, senza dubbio, sta pensando, progettando e lanciando ogni mossa pre-elettorale del partito berlusconiano. Di nascosto, ma non troppo. Mentre nei gazebo già allestiti in piazza il partito cerca di mandare in avanscoperta qualche faccia giovane, nuova, ecco che dietro di nuovo non c’è davvero niente.

Il fatto – non certo trascurabile per chi conosce un po’ della storia di Desio degli ultimi decenni, una storia triste – non è passato inosservato nemmeno ai “potenziali” alleati, promessi sposi ma non troppo, della LEGA NORD.
Ecco perchè mentre FORZA ITALIA cerca di fare passi avanti (anche con un altro comunicato di qualche settimana fa, congiunto ma non troppo, con i lumbard) per una alleanza solida che possa scalzare la sinistra, all’interno della LEGA i mal di pancia, i nasi storti, i mugugni iniziano a crescere vertiginosamente. E il patto – sempre apparso assai debole – potrebbe anche saltare. Riaprendo nuovi scenari, rimescolando le carte. Anche perchè la lista PER DESIO ha già salutato ufficialmente la compagnia… E l’UDC non si è espresso ufficialmente. Altro che coalizione di centrodestra: di coeso, a quanto pare, non c’è proprio nulla!

Ecco che la maschera imbellettata che FORZA ITALIA sta cercando di crearsi da qualche mese, potrebbe cadere…anche perchè ormai è tutto chiaro. E il volto al timone della nave “azzurra” è sempre lo stesso.

Alla faccia… è proprio il caso di dirlo… del rinnovamento.

Pubblicato in politica | Etichette: , , , | 8 Repliche