CONCORSO A PREMI. Indovina chi…? (centrodestra)

Siamo tutti curiosi, no? Nel panorama politico cittadino c’è grande fibrillazione per scoprire chi sarà il principale (almeno in teoria…) competitor alle elezioni di Roberto Corti.
Cioè il candidato di Forza Italia – Lega Nord e Fratelli d’Italia.
A patto che si mettano d’accordo, anche se la presenza del segretario lumbard Tino Perego all’inaugurazione di domenica della nuova sede di FI in via Milano sembra far intuire che la strada è quella.
Ma il candidato? Tempo fa si vociferava di una donna, di mezza età, professionista…sarà ancora lei? Sarà un esponente del Carroccio (si era vociferato di Andrea Villa) o gli azzurri, con Michele Vitale, faranno la voce grossa? Sarà scelto dal territorio o imposto dall’alto, nello scacchiere provinciale dei partiti?
Beh, Made in Desio ha deciso di lanciare un concorso.

Prova a indovinare! Il primo che scrive qui nome e cognome del futuro candidato del centrodestra, e ci azzecca, vincerà un premio…. 🙂

Questo inserimento è stato pubblicato in L'artigiano del mese e il tag , . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

18 Commenti

  1. fabrizio
    Pubblicato il 10 Febbraio 2016 alle 16:48 | Permalink

    E’ troppo presto per sapere che sfiderà Corti. Ci sono ancora trattative in atto.
    Però sono sicuro che non saranno ne Smorta, ne Bella, ne Vitale.
    Sarà un nome nuovo, probabilmente concordato coi i vertici nazionali o regionali.

  2. fabrizio
    Pubblicato il 10 Febbraio 2016 alle 16:49 | Permalink

    Dimenticavo: neanche Garbo.

  3. Claudio Fiore
    Pubblicato il 11 Febbraio 2016 alle 12:35 | Permalink

    Non vale. A premi ???? Se vi dico chi vince del centro destra cosa vinco esattamente????

  4. Peppe
    Pubblicato il 11 Febbraio 2016 alle 17:42 | Permalink

    Fabrizio, certo che Garbo, Bella e Smorta non saranno i candidati sindaci per il centro destra, loro fanno parte dell’altra coalizione che sfiderà centro sinistra e centro destra.

  5. marco beretta
    Pubblicato il 11 Febbraio 2016 alle 19:09 | Permalink

    Vincenzo Bella?non credo…

  6. fabrizio
    Pubblicato il 11 Febbraio 2016 alle 19:15 | Permalink

    Caro Beppe, allora si polverizzeranno.

  7. Peppe
    Pubblicato il 12 Febbraio 2016 alle 08:52 | Permalink

    Non credo si polverizzeranno perché confluiranno tutti nella Lista civica Per Desio, cercheranno di riunire tutti coloro che affermano di non identificarsi con partiti politici, nel tentativo di pescare tra l’elettorato indeciso, deluso o che non va a votare da tempo. Fuoriusciti da Desio 2000, Smorta &Co., Garbo, Bella…una grande lista di centro apartitica e apolitica (salvo poi dichiararsi in netta opposizione a Corti, Desio Viva, Sinistra per Desio, ma aperta a quanti hanno una impostazione di centrodestra). I proclami di chi si dichiara lontano dalle logiche di partito fanno sempre molta presa sulla cittadinanza, meno su chi conosce qualcuno dei nomi “illustri” sopracitati e che mastica un po’ di politica, quel tanto da sapere che ogni programma e ogni scelta non potranno mai essere apolitici e apartitici.

  8. stefano
    Pubblicato il 12 Febbraio 2016 alle 18:32 | Permalink

    io spero venga confermato Corti per dargli la possibilita’ di governare con piu’ esperienza, con più possibilita’ economiche. Per la guida di una Citta’ c’e’ sempre bisogno di una persona perbene, grintosa, che ami e conosca il suo paese e abbia gia’ combattuto per il benessere di Desio. Sappia circondarsi di persone altrettanto competenti

  9. fabrizio
    Pubblicato il 12 Febbraio 2016 alle 20:23 | Permalink

    Caro Peppe, le liste civiche a Desio non hanno mai avuto un gran seguito. Poi se sono molte finiscono per fare un minestrone legato solo a motivi di interesse particolaristico. In ogni caso finiscono sempre per legarsi ad uno dei partiti nazionali per non essere penalizzate nei finanziamenti (che dipendono sempre da Stato e Regione).

  10. pravda55
    Pubblicato il 12 Febbraio 2016 alle 23:58 | Permalink

    Quando il sindaco trovera’ una soluzione per le case ” non in regola” , ( colpa dei costruttori e di chi non ha controllato) , per i furti in aumento, per la poverta’ quotidiana che si osserva per la citta’ , per l’ inosservanza dei cani nel liberare le loro scorie , per i giardini non visitabili per pericolo continuo di scippi o altro per terra,per le cicche di sigarette in ogni dove, per chi guida l’auto con il cellulare in mano a Messaggiare, …. stop! Manca qualcosa? Mancan Sì , tante altre cose . Chi sara’ colui che trovera’ la soluzione a tutte queste cose? Non son nessuno tra quelli nominati.. eppure c’e’ , l’ho visto girare per la citta’ , risponde sempre a tutti , sin o dx che sia. Ma la politica non ha occhi, per questo meritiamo chi resta. Qualcuno ha detto ” odio gli indifferenti” ..confermo.

  11. marco beretta
    Pubblicato il 13 Febbraio 2016 alle 13:31 | Permalink

    Eh no caro pravda 55 lei aggiunge indovinello ad indovinello.Così non vale…

  12. Antonella
    Pubblicato il 13 Febbraio 2016 alle 22:49 | Permalink

    Sarà utopia. Ma la scelta del candidato a sindaco dovrebbe cadere su una persona onesta, competente dal punto di vista amministrativo, capace di ascoltare le persone, percepirne i bisogni, disposto a rispettare anche le opposizioni (minoranze), affrontare seriamente i disagi dei dipendenti dell’ente (vero motore della macchina amministrativa), orientato a creare un ponte verso i politici che operano nel parlamento affinchè emanino leggi in grado di far ripartire gli enti pubblici. Capace di tessere accordi con sindaci di altri comuni per garantire servizi alla cittadinanza unendo le risorse disponibili. Scegliere un candidato solo di facciata significherebbe farsi governare da una persona manipolabile e al servizio di eminenze grigie che ancora operano dietro le quinte.
    Italia Antonina

  13. anonimo
    Pubblicato il 15 Febbraio 2016 alle 19:09 | Permalink

    Gentile Antonella , Lei non è una persona sprovveduta . Ha toccato con il suo post nervi scoperti condivisibili . Mi permetta , ma colgo l’ occasione di segnalarLe che il disagio dei dipendenti pubblici è il posto fisso . Dio me lo ha dato e guai a chi lo tocca . Quante volte i dipendenti pubblici invece di aiutare il contribuente o l’ utente in questione si inventano problemi a dispetto di una soluzione . Qualche volta accade che un dipendente pubblico si fa carico del problema e trova una soluzione , ma come spesso succede non è la regola .

  14. Antonella
    Pubblicato il 15 Febbraio 2016 alle 21:12 | Permalink

    Gentile anonimo, dietro un dipendente pubblico che non svolge seriamente il suo lavoro sta un politico che gli ha permesso di ricoprire quel posto. Chi la fa franca può contare su raccomandazioni politiche e sindacali. Per anni accordi politici e sindacali hanno permesso a gente incapace di ottenere posti, sviluppi di carriera, premi di produttività che permettono di raddoppiare lo stipendio. A fronte di questa situazione, persone capaci ma non disposte ad accettare compromessi sono state tenute ai margini, relegate a funzioni insignificanti, trasferite spesso da un ufficio ad un altro, penelizzate sotto tutti gli aspetti retributivi. Purtroppo il solito raccomandato politico/sindacale una volta andata via l’amministrazione che gli è congeniale si trasferisce facilmente in un altro ente ottenendo prebende e riconoscimenti anche dove si sposta. E’ utopia ma sogno una pubblica amministrazione efficiente dove sindacato e politica lavorino insieme per lo sviluppo della collettività e non per raccattare tessere il primo e voti la seconda. Non è impossibile. Basta volerlo.
    Italia Antonina

  15. anonimo
    Pubblicato il 16 Febbraio 2016 alle 10:35 | Permalink

    Gentile Antonella , mi ripeto e Le confermo che ha colto il centro del bersaglio . Posto 100 quanti stanno da una parte e quanti dall’ altra alla luce dei videosorvegliati dalla finanza e dai carabinieri . Sono d’ accordo con Lei che nessuno è uguale all’ altra . Se cerchi una mano che ti aiuti la trovi alla fine del tuo braccio .

  16. pravda55
    Pubblicato il 16 Febbraio 2016 alle 19:26 | Permalink

    A Desio e’ rimasto poco terreno per costruire. Una buona parte e’stata lottizzazione dalle precedenti amministrazioni. Per molte di queste costruzioni ne vediamo i risultati. (Mancata agibilita’ , differenti volumetrie , rispetto a quanto comunicato? All’ufficio tecnico ) tutti ciechi di fronte a questo scempio, per reciproche opportunita’ politiche. Mai uno che abbia detto: si’ ho sbagliato. Trovo una soluzione al problema.Tutti a farsi le lodi di quel che han fatto, non di quel che han promesso e non fatto.Il cittadino ignavo, persiste ancora a votare, sperando che prima o poi, qualche santo , senza supporti politici o sindacali si prenda di petto i problemi e li risolvi, senza chiedere voti o prebende.Questo fa un buon amministratore, sia che sia di Sx o Dx. Ma sappiamo che i Santi sono in Paradiso, noi siamo a Desio.. patria di Papi. Parlo di un altro tempo, di utopia. Eppure credo che in mezzo a questo caos , in citta’ , per le strade , cammina un nuovo “Santo”, basta cercarlo.

  17. marco beretta
    Pubblicato il 16 Febbraio 2016 alle 22:29 | Permalink

    Mah, caro pravda55, per quanto riguarda il discorso relativo all’urbanistica, mi risulta che vi siano abusi edilizi che non sono sanabili…Il cittadino è certamente parte lesa, poichè ha acquistato un immobile in buona fede;la soluzione al problema è difficile da trovare e, se l’abuso non è sanabile, è anche bene essere onesti e dire che L’amministrazione, qualunque essa sia, non ha la possibilità di risolvere il problema. Così a me risulta per taluni tipi di abusi.
    cordiali saluti,

  18. pravda55
    Pubblicato il 17 Febbraio 2016 alle 18:27 | Permalink

    L’ amministrazione (parola vaga) e’ formata da persone fisiche. Siedono su delle sedie. Quali sono i compiti di un amministratore? Se io passo per la stessa strada tutte le mattine e all’angolo della stessa, il giorno dopo, trovo una gru, lavorando in un ufficio comunale , mi pongo la domanda ( chi, cosa è perche’) e vado a controllare. Se non l’ho fatto, mi si dira’ perche’ non l’hai fatto; se l’ho fatto ed ho verificato degli “errori o omissioni” ne rendo partecipe il mio superiore e blocco la malattia. Viceversa, se ho controllato, ne ho fatto finire il lavoro, e son stato zitto.. il mondo si capovolge. Il problema sara’ complesso, ma il medico, se vuole, deve e puo’, trova la soluzione, consultandosi con altri medici a Roma. Poiche’ di questa malattia, Desio ne e’ piena, mi domando ” che cosa fa una buona amministrazione ..? ” si attiva e da’ una risposta al cittadino ( sia che sia di dx o sinx) .

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*
*