“Corti? Pinocchio…”. Una “Bella” lettera lo smentisce?

Ricevo e pubblico da Vincenzo Bella, ex vicesindaco di Forza Italia oggi consigliere del Gruppo Misto.

Faccio seguito alla lettera del Sindaco Corti , apparsa sul blog in data 5 gennaio 2016. Ci sono molte cose da dire a proposito, mi soffermerò su un solo aspetto, gli oneri di urbanizzazione .

Da quasi cinque anni il Sindaco si affanna a denigrare le amministrazioni precedenti, non preoccupandosi piuttosto di raccontarci cosa ha fatto la sua amministrazione.

Nella sua lettera ci dice che le minori entrate non gli hanno permesso di “fare”. E’ vero ci sono state minori entrate ed il patto di stabilità vincola. Anche negli anni precedenti c’era il patto di stabilità e c’erano anche tanti progetti pronti. Voglio ricordare a proposito che nel 2007, quando si temeva che il Governo centrale potesse incamerare le risorse accantonate, con una decisione che può apparire discutibile, ma coraggiosa, l’amministrazione di allora ha scelto di non rispettare il patto e sforare per una cifra pari a circa 2,5 milioni di euro per restaurare le facciate di Villa Tittoni e fare l’impianto luci ,allora ancora provvisorio e fatto con fili volanti. E’ grazie a quella scelta che il Sindaco di oggi, in totale continuità, può permettersi di valorizzare la Villa. Sulla qualità dell’utilizzo , ciascuno poi giudichi come crede.

Il Sindaco nella sua lettera dice: “……le famose entrate straordinarie (gli oneri di urbanizzazione) siano di fatto crollate; anche qui, se si vanno a vedere i bilanci consuntivi, si scoprirà che si è passati dai circa 8-10Mn€ incassati mediamente fino al 2009-2010, ai circa 600.000€ incassati nel 2014”.

Mi sono preso la briga di verificare questi numeri, ed ecco cosa emerge dalla lettura dei bilanci:

  • accertato 2005 € 5.518.527,09

di cui destinati a spese correnti e manutenzioni ordinarie € 795.769,21;

  • accertato 2006 € 5.094.649,46

di cui destinati a spese correnti e manutenzioni ordinarie € 876.684,38;

  • accertato 2007 € 6.253.538,74

di cui destinati a spese correnti, manutenzioni ordinarie e rimborso mutui (409.735,84) € 2.938.290,33;

  • accertato 2008 € 7.634.314

di cui destinati a spese correnti e manutenzione ordinaria € 2.579.400, destinati a rimborso anticipato mutui € 2.073.960;

  • accertato 2009 €2.387.681

di cui destinati a spese correnti e manutenzione ordinaria € 1.749.273;

  • accertato 2010 €1.820.035

di cui destinati a spese correnti e manutenzione ordinaria € 1.309.884.

Totale entrate dal 2005 al 2010, sei anni, €28.708.744. Media annua € 4.704.790.

Appare chiaro che le cifre citate dal Sindaco sono assolutamente esagerate, a che scopo.

Ma poi, finalmente, perché non ci dice cosa ha fatto Lui, lasci stare il passato e cessi di raccontarci cosa farà. Il tempo è scaduto.

Vincenzo Bella

Questo inserimento è stato pubblicato in politica e il tag , , , . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

8 Commenti

  1. fabrizio
    Pubblicato il 12 Gennaio 2016 alle 08:47 | Permalink

    Crisafulli, cosa ne pensa di Vincenzo Bella quale futuro sindaco di Desio?

    • Pubblicato il 12 Gennaio 2016 alle 09:07 | Permalink

      Fabrizio, non saprei. Se lo candideranno, magari, dirò la mia. Adesso mi sembra prematuro. Almeno che il prof.Bella, che come tanti politici di Desio, segue MID…ci voglia ufficializzare (o smentire) qualcosa 🙂

  2. Alberto
    Pubblicato il 12 Gennaio 2016 alle 11:25 | Permalink

    C’è poi un altro punto: il calo degli oneri di urbanizzazione è stato compensato solo con il quasi azzeramento delle spese in conto capitale (gli investimenti), mentre la spesa corrente ha continuato a salire o, nella migliore delle ipotesi a non scendere. Si poteva tagliare lì? Inoltre mancano notizie sul patrimonio (immobili, partecipazioni) del Comune e sulla sua possibile valorizzazione. I soldi per investire in infrastrutture utili ai cittadini si possono trovare anche lì

  3. fabrizio
    Pubblicato il 13 Gennaio 2016 alle 10:29 | Permalink

    Il prof. Bella potrebbe anche essere un futuro buon Presidente del Consiglio Comunale bipartisan…

  4. marco beretta
    Pubblicato il 14 Gennaio 2016 alle 12:57 | Permalink

    Mah, a me sembra che, al di là dei numeri che hanno comunque la loro importanza, in quanto numeri,il consigliere Bella, pur legittimamente criticando le cifre indicate, dia sostanzialmente ragione al Sindaco, che nel suo intervento lamentava la carenza di risorse rispetto alle amministrazioni precedenti. Ora io non sto a discutere se sia giusto, equo, onesto citare sempre il passato. Però se analizziamo i dati deglio oneri e li compariamo con quelli accertati per l’anno più recente per cui sono disponibili i dati, il 2014 emerge quanto segue:
    – nel 2014 il Sindaco sostiene che gli oneri di urbanizzazione sono stati di circa 600000 euro (per la precisione, prima che qualcuno se la prenda, di euro 641.217 accertato).La variazione percentuale rispetto ai dati citati dal consigliere Bella va da un valore minimo del -65% (2010) a uno massimo del -92% (anno 2008). Semplificando il mio ragionamento:non dubito che la media indicata dal consigliere Bella e relativa agli introiti per oneri di urbanizzazione (euro 4704790) sia corretta;non mi pare che, pur smentendo i numeri, smentisca la tesi di fondo di chi i numeri li ha citati, ossia che governare oggi presenta maggiori difficoltà rispetto a ieri, che poi era il ragionamento di fondo dell’intervento del Sindaco. Epic fail? In questo caso mi sembra un po’ esagerato, se posso permettermi un giudizio.
    Per quanto riguarda il patto di stabilità sforato nel 2007, che viene definita una decisione coraggiosa, vorrei solo precisare che, essendo la normativa diventata molto più penalizzante nel frattempo, lo sforamento non sarebbe oggi possibile se non pagandolo a caro prezzo.

    Cordiali saluti,

  5. Pubblicato il 15 Gennaio 2016 alle 13:36 | Permalink

    Ricevo e pubblico da VIncenzo Bella

    Al consigliere Beretta,
    Seguire uno che si arrampica sui vetri è pericoloso, ma mi tocca.
    Consigliere Beretta, ma perché vuole essere a tutti i costi più realista del re. Perché non lascia ad altri qualche castagna calda da togliere dal fuoco?
    Lei scrive che, al di là dei numeri, do ragione al Sindaco che lamenta minori entrate. Ma come, si sparano numeri spropositati, ben più del doppio delle entrate reali, e lei sorvola questo particolare quasi fosse cosa secondaria. Un Sindaco non può permettersi di dare numeri così lontani dal vero, non veri, e lei si arrampica sui vetri.
    Il problema è un altro, non sono i numeri.
    Si chieda piuttosto perché il Sindaco si affanna a mettere in cattiva luce le amministrazioni precedenti?
    Che cosa teme realmente?
    E lei invece arzigogola sui numeri.
    Un’ultima considerazione, si legge nel suo commento: “ora io non sto a discutere se sia giusto, equo, onesto citare il passato”. Ma come, tira in ballo giustizia, equità ed onestà e non vuole entrare nel merito ? Ipotizza che certo atteggiamento del Sindaco possa essere non giusto, non equo, non onesto e non dice niente, sorvola ?
    Non la capisco.

  6. marco beretta
    Pubblicato il 16 Gennaio 2016 alle 13:59 | Permalink

    Caro consigliere Bella,

    il Sindaco ha fatto un ampio ragionamento per rispondere al post di Alessandro Crisafulli. Nella sua risposta ha citato, tra l’altro, dei numeri che Lei ha contestato, perchè non precisi. Io puntualizzo parlando di numeri e Lei sostiene che “arzigogolo”. Si decida. Nel mio intervento ho semplicemente sottolineato che Lei si è limitato a cogliere (lecitamente, intendiamoci) solo un aspetto di ciò che ha scritto il Sindaco -gli oneri di urbanizzazione e il riferimento alle passate amministrazioni – su cui ha deciso di replicare:dal mio punto di vista, anche ciò che Lei dice non toglie nulla al senso generale del discorso fatto dal Sindaco, che è evidentemente condivisibile.

    Cordiali saluti

  7. Vincenzo
    Pubblicato il 16 Gennaio 2016 alle 19:02 | Permalink

    Evidentemente!!!!

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*
*