Ecco chi è il secondo candidato Sindaco…per Desio.

La comunicazione, rivolta ai giornalisti, è essenziale e chiara.

Buonasera
Siete invitati a presenziare alla presentazione del nostro Candidato Sindaco che si terrà sabato 27 febbraio p.v. ore 18.00, presso la Pro Desio di Via Garibaldi 81
Cordiali saluti
Lista Civica PER Desio
La Segreteria
Quindi, dopo la riconferma di Roberto Corti da parte del centrosinistra, ecco che spunta un secondo candidato sindaco per le elezioni di giugno. Voi utenti di MID che siete molto informati…dimostratelo…sapete chi è il candidato della lista PER DESIO? Che chance pensate possa avere? Che ruolo pensate possano avere le liste civiche in queste elezioni desiane?
Questo inserimento è stato pubblicato in politica e il tag , , , . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

31 Commenti

  1. anonimo
    Pubblicato il 17 Febbraio 2016 alle 14:48 | Permalink

    Non penso a nulla . GARante GIUnge LOntano e trova il vuoto a perdere .

  2. capatosta
    Pubblicato il 18 Febbraio 2016 alle 06:47 | Permalink

    Il candidato della civica sarà uno tra Gargiulo e Perrella.
    Tutti i desiani dovranno per i prossimi 5 anni ricordarsi che grazie a questa persona avranno ancora corti a governare.
    I desiani che vedranno scavalcarsi nelle liste di attesa a scapito di clandestini, i desiani disoccupati che vedranno assegnare bandi a cooperative rosse, dovranno ringraziare la lista civica di Gargiulo &Co. E la coalizione di centrodestra per non avere trovato una condivisione. Voi continuate a fregarvi voti a vicenda, e l architetto gongola.

  3. fabrizio
    Pubblicato il 18 Febbraio 2016 alle 12:24 | Permalink

    Tutti criticano Corti, ma io non vedo nessuno che abbia a cuore i problemi di Desio.

  4. riappacificatore
    Pubblicato il 18 Febbraio 2016 alle 12:30 | Permalink

    Ci sarebbe un nome che potrebbe far tornare sui suoi passi la lista civica; forse riuscirebbe a mettere tutti d’accordo, e rispecchia parecchie caratteristiche Richieste dal centrodestra.
    Donna, giovane, laureata, nuova e ben vista a destra e a manca anche se non tanto conosciuta in città.

    Ma gli addetti ai lavori sanno che questa volta il nome spetta alla lega, perciò al posto della coordinatrice di forza italia bertozzo, i desiani si troveranno a scegliere tra corti, Gargiulo e il leghista giovane e rampante Villa

  5. anonimo
    Pubblicato il 18 Febbraio 2016 alle 17:04 | Permalink

    Il candidato sindaco di Desio sarebbe meglio se non di Desio . Possibilmente se fosse di Melito Porto Salvo . Poche idee e molto confuse .

  6. marco beretta
    Pubblicato il 18 Febbraio 2016 alle 19:12 | Permalink

    Bertazzo…va bene che non è molto conosciuta,ma almeno il nome…

  7. anonimo
    Pubblicato il 19 Febbraio 2016 alle 13:16 | Permalink

    Da fonte molto molto attendibile, mi risulta che la diaspora tra lega e lista civica non è nata sul nome del candidato sindaco. Questa interpretazione è semplicemente falsa. La lista civica ha deciso di correre da sola perchè, oltre al candidato sindaco preteso della lega, la stessa lega ha preteso di mettere il becco anche sui nomi di detta lista civica. Questo è, se vi pare. O anche se non vi pare.

  8. anonimo
    Pubblicato il 19 Febbraio 2016 alle 18:10 | Permalink

    Non mi ricordo più la legge. E’ necessario arrivare al 50% per vincere al primo turno, oppure basta una percentuale minore?
    Sotto tale soglia si va al ballottaggio, o no?

  9. Fabio Arosio
    Pubblicato il 19 Febbraio 2016 alle 19:37 | Permalink

    Buonasera.Un saluto ad Alessandro.Per la prima volta scrivo un commento sul tuo blog.Intervengo solo per dare la mia interpretazione sul secondo e terzo quesito che poni in seguito al comunicato della Lista Civica per Desio.
    Avendo fatto qualche piccola esperienza all’interno di movimenti civici,ritengo che nel panorama politico attuale,oggi come non mai,una lista civica possa trovare un bacino elettorale molto ampio. Penso che una Lista Civica,che sappia presentarsi con un serio progetto di rilancio per la nostra Citta’(oggi ,purtroppo, a mio modo di vedere, declasssato a piccolo paesino) possa superare il brillante risultato del 2000 della lista del compianto Giampiero Mariani…Sempre mio personalissimo parere,possa avere i numeri per diventare la seconda o terza forza politica in numero di voti.
    In merito al ruolo che possano avere le liste civiche nelle elezioni desiane,dico solo che la stessa Lista civica per Desio,alle scorse elezioni ha contribuito non poco a portare al ballottaggio il candidato Sindaco della Lega; anche il brillante risultato della lista Desio Viva aveva contribuito non poco all’elezione dell’attuale Sindaco (con un PD allora non proprio brillante in termini di preferenze).
    Ci sarebbe da disquisire sul peso delle scelte politiche delle liste civiche a livello generale,ma questo non e’ in argomento.
    Staremo a vedere.
    Grazie Alessandro dell’ospitalita’ e un saluto a tutti coloro che partecipano serenamente ai tuoi articoli.

  10. d.d@a.it
    Pubblicato il 19 Febbraio 2016 alle 20:00 | Permalink

    Sono ormai anni che nella sezione di Desio personaggi come Motta, Zecchin, Magni, Perego ed altri, vanno dicendo chi vogliono o non vogliono nelle liste dei loro potenziali alleati!
    Piuttosto di preoccuparsi di chi sta dietro Forza Italia, si preoccupano che in una listarella di giovani intraprendenti ci sia quello o quella che potrebbe avere un minimo di testa per metterli in ombra o portare alla luce le loro inadeguatezze.
    Sono anni che non riescono a combinare niente in casa di riposo (dopo 5 anni in cui hanno avuto ben 4 esponenti su 7 del cda).
    Sono anni che negli ambienti politici si sa che furono Motta e Zecchin a consentire (con il loro voto) che sulla rimessa del tram si potesse poi costruire (vedasi delibera di giunta ad hoc del 2010) nella quale Vitale (assessore alla partita) risulta assente.
    Sono anni che si sa che alcuni esponenti della Lega di Desio erano amici del Cons. Rizzi: chi ricorda chi venne a spiegare la riforma sanitaria in sala Pertini insieme a Carugo?
    La Lega di Desio pensa di fare il buono e cattivo tempo con i voti di Salvini, ma non saprebbero mettere insieme una frase usando 2 congiuntivi ed un articolo determinativo!

  11. Jjj
    Pubblicato il 19 Febbraio 2016 alle 20:13 | Permalink

    Abbiamo capito dove si riciclera’ Fabio Arosio

  12. pravda55
    Pubblicato il 20 Febbraio 2016 alle 12:41 | Permalink

    Per governare e gestire la cosa pubblica occorrono solo 2 cose : onesta’ intellettuale e morale. In subordine conoscenza delle Leggi e regolamenti, del territorio, della comunita’ .Senza questi elementi riconoscibili di ogni singolo candidato, anche presentandosi con liste civiche, la sostanza non cambia.Ognuno di noi ha, ha avuto le proprie radici politiche, o per voto o per azioni, dentro i partiti classici (PCI, PSI, Dc?..) Non e’ col cambio del nome che un partito diventa vergine del passato. Sono le persone la differenza. Quanti ritengono di avere le 2 prerogative necessarie ( onesta’ morale e intellettuale) , senza scheletri nascosti, di qualsiasi natura, non succube degli interessi secondari di altri, si metta in gioco. Il cittadino comune sapra’ valutare.? I dubbi rimangono. Siamo ancora fermi alle squadre.. in base a quella del momento, vedo cosa posso ottenere.. cosi’ muore uno Stato .

  13. anonimo
    Pubblicato il 20 Febbraio 2016 alle 13:41 | Permalink

    Per d.d@a.it. Le aggiungo qualche qualche altra considerazione. Si è visto chiaramente che sono anni che la lega di Desio è poco più di una nullità in confronto per esempio a quella di Lissone oppure a quella di Seregno, dove la lega ha governato per anni e anni. Ed oggi stanno pensando addirittura (ma è proprio vero?) di candidare l’eterno ragazzo di belle speranze; ma siamo sicuri che lui abbia le basi teoriche e tecniche per gestire una macchina comunale?

  14. contestatore
    Pubblicato il 20 Febbraio 2016 alle 19:30 | Permalink

    Non vedo l’ora di vedere la lista dei candidati della civica.
    Loro che si presentano come duri e puri, senza scendere a patti col diavolo, loro che schifato i politici e i partiti, loro che sono liberi di agire senza dover dar retta a provinciali e regionali.
    Loro dovrebbero a mio avviso avere una lista limpida e senza nessuno che abbia mai fatto politica.
    Ma a quanto si dice sono mossi come dei burattini, da ex politici, ex politologi; fuoriusciti dalle vecchie giunte.
    Staremo a vedere le liste…. intanto fino ad ora nomi noti ci hanno messo lo zampino.

  15. d.d@a.it
    Pubblicato il 21 Febbraio 2016 alle 00:02 | Permalink

    Caro anonimo, le faccio un’ultima “confidenza”… poi lascio a voi ogni considerazione.
    La Lega Nord di Desio negli ultimi 5 anni non ha avanzato in consiglio comunale una sola proposta programmatica che, giusta o sbagliata che fosse, riguardasse il futuro della città.
    Al suo interno si è sempre dibattuto tra chi voleva continuare nel felice isolamento dalle altre forze di centro destra (leggasi Forza Italia) a seguito delle shoccanti dimissioni del 2010 e chi invece, anche forzatamente, vuole una ricomposizione “per vincere”.
    Simboli di queste sue anime erano, fino a poco tempo fa, rispettivamente l’ex segretario Travagliati, appoggiato anche dall’esterno ragazzo di cui parlate, da una parte e l’ex vice sindaco Motta (che ancora si vanta di aver mandato a casa Mariani&C, dicendo però che adesso é amico di Vitale) con l’eterno ex-assessore Zecchin e il consigliere della casa di riposo Magni, dall’altra…
    In mezzo il due di picche Tino Perego che spera sempre di essere tenuto in considerazione.
    Queste sue anime, come emerge anche dai post precedenti, dibattono sui nomi, su quali poltrone sono da occupare e chi non deve far parte addirittura, non della propria lista, ma anche su quella altrui.
    Ma programmi, proposte, idee, quelle no! Niente di niente… Anzi la Lega fa i banchetti per farsi dire dalla gente di che cosa ha bisogno!!! Ma dopo anni di amministrazione e 5 anni di opposizione, non lo sanno???
    Mi sarei aspettato invece che, prima di Natale (ma molto prima), la Lega Nord uscisse con il proprio candidato sindaco, da far conoscere e portare tra i cittadini e dicesse pubblicamente alle altre forze politiche: “Questo é il nostro futuro sindaco! Volete venire con noi? Bene, parliamo di quello che vogliamo fare insieme e non di uno o due posti da assessore… non ci interessano, quelli li lasciamo a voi! Se le cose non funzioneranno NOI abbiamo il sindaco, e possiamo far saltare il banco quando vogliamo”.
    Invece no… Pensano sempre alle loro poltrone.

  16. anonimo
    Pubblicato il 21 Febbraio 2016 alle 16:01 | Permalink

    Per il contestatore delle 19.30 di ieri: “Padre, perdona lui perchè non sa quello che scrive.”

  17. Paolo Perrella
    Pubblicato il 21 Febbraio 2016 alle 22:11 | Permalink

    Giusto per rispondere al simpatico Capatosta: Perrella non è e non è mai stato candidato a nulla.

    Quanto al doversi alleare a tutti i costi con X perchè bisogna battere Y, ho la sensazione che i tanti pessimi esempi del passato (a livello nazionale p.es. le alleanze tuttidentro di Prodi da una parte e Berlusconi dall’altra) non abbiano insegnato nulla. Non ci interessa allearci (tra l’altro in posizione subalterna) senza le condizioni per governare bene e a costo di compromessi non accettabili. Ci interessa fare qualcosa di nuovo. Anche con altri, se ci stanno. Poi ci si conterà e se i nostri voti saranno pochi o se Corti rivincera’, ognuno trarra’ le lezioni del caso. Il centrodestra (per me) è un entità mitologica della cui esistenza ormai si dubita anche a Roma. Proverei a guardare avanti

  18. Paolo Perrella
    Pubblicato il 21 Febbraio 2016 alle 22:19 | Permalink

    PS: caro Contestatore, e perchè mai una lista per essere “buona” non dovrebbe avere alcun nome che abbia già “fatto politica”? In nome di quale principio? Escluderei chi l’ha fatta male, casomai, o come dice lei chi non è “limpido”. Ma il suo criterio e’ curioso…

  19. contestatore
    Pubblicato il 22 Febbraio 2016 alle 06:58 | Permalink

    Chi è al di sopra della politica, chi è esterno ai giochi di potere del palazzo, chi si erge a paladino del cambiamento, a mio modesto parere, non dovrebbe farsi infinocchiare, e o scrivere il programma, e o scrivere discorsi, e o avere nessun rapporto politico con chi di politica ha mangiato e vissuto negli anni.

    Iniziando da logorroici saltacadrega, passando per focacce e papurogi vari, continuando con omonimi secessionisti Di prima fascia, ex vice sindaci ed ex assessore.

    Se per fare numeri bisogna caricare sul carrozzone questi personaggi, tanto valeva allearsi con i già citati leghisti e forzitalioti.

    Detto questo, ripeto le mie sono solo dicerie di paese, celate dietro un nome finto di un blog, ma spero lo stesso che teniate conto delle mie parole, e che la vostra lista sia “lavata” dallo sporco di una politica che tanto schifato. Allora avrete il mio voto, altrimenti voterò un qualsiasi partiti di centro-destra, sempre meglio di questa amministrazione che fa lavorare le coop e da cibo e casa ai immigrati, e i desiani solo bollette da pagare, parcheggi a pagamento e multe.

    • Paolo Perrella
      Pubblicato il 22 Febbraio 2016 alle 08:14 | Permalink

      I principi sono quelli, i discorsi non ce li scrive nessuno, le liste saranno lì da vedere. Grazie dei suggerimenti. Sulle antipatie personali peró si puó fare ben poco. Io per esempio focacce e papurogi li trovo buoni

  20. anonimo
    Pubblicato il 23 Febbraio 2016 alle 19:08 | Permalink

    Forza Coca….Cola .

  21. franca
    Pubblicato il 24 Febbraio 2016 alle 20:42 | Permalink

    Desio era una città piccola ma laboriosa. Semplice ma produttiva. Sono riusciti a distruggerla, avvelenare la sua terra, smembrare in minuscole particelle i propri abitanti. Siamo stati civili ed educati, ne abbiamo ricavato quello che purtroppo, da anni, possiamo vedere. Idee per chi si candida. Astenersi perditempo e fascisti. Benvenute le persone educate, con una serissima preparazione per poter capire e gestire la materia. Non è il momento di scherzare. E mettete i nomi quando scrivete.

  22. fabrizio
    Pubblicato il 25 Febbraio 2016 alle 07:32 | Permalink

    Gentile Franca, quanto hai scritto è meritevole di discussione. Se Desio è quella che è, la colpa è anche dei Desiani (parlo di quelli doc) che si sono troppo chiusi in se stessi o hanno pensato solo ai “danè”. Civili ed educati non vuol dire proni e indifferenti. Purtroppo è stata fatta molta strada e tornare indietro è difficile.

  23. Anonimo
    Pubblicato il 25 Febbraio 2016 alle 11:35 | Permalink

    Non volevo intervenire ma quando ho visto il risveglio della Mary Poppins dei poveri che s’infervora sbiellando per toni accesi, per gente che ha tutto il diritto di non scrivere il proprio nome…..bisognerebbe spiegarle che si tratta di un Forum. E poi parla ancora di fascisti…….

  24. black anonymous
    Pubblicato il 25 Febbraio 2016 alle 13:01 | Permalink

    Buffoni politici….siete tutti uguali!
    In questa città abbiamo bisogno di gente con le palle e non di gente di facciata! Ci vogliono le persone vere, non i soliti partiti nazionali, che scelgono loro il meglio per tutti noi. Votate il vs. vicino di casa se reputate che lui possa veramente cambiare le cose e voi aiutatelo se lui vuole farlo, e non votate secondo quello che vedete in televisione o che si pubblicizza meglio. Non votateli per quello che vorranno fare , ma votateli per quello che hanno fatto nella vita. Loro rappresentano noi di Desio e non La lega, Forza Italia, il PD, i 5 stelle e tutti i buffoni di livello nazionale. Le cose concrete si fanno tra noi. Votate le persone e non i partiti.

  25. Anonimo
    Pubblicato il 25 Febbraio 2016 alle 15:32 | Permalink

    Nemmeno il leghista della prima ora userebbe i toni nostalgici e razzisti che ha usato Franca all’inizio della sua prolusione.

  26. franca
    Pubblicato il 25 Febbraio 2016 alle 20:47 | Permalink

    Non che debba giustificarmi ma io sono cresciuta anche con persone che arrivavano da altri Paesi, in particolare dall’Africa e tutte le persone che mi conoscono lo sanno. Non sono razzista e non sono leghista. Sono schifata, questo è certo. Quando io vado a casa di qualcuno, entro chiedendo permesso e mi comporto educatamente. Mi verrebbe una considerazione che, visto che voi siete tutti buoni gentili educati e tante belle cose, mi avete tritato le scatole. Hanno devastato la mia città, che io come molti, amo profondamente. Io ci ho lasciato la salute mentre gli altri continuano a fare quello che vogliono. Compresa una mia compagnia di classe che mi ha diffamato in rete. Cosa volete che dica, fottetevi? Non mi risolve i problemi. Noto comunque che, tutti brillanti ma i fatti dimostrano il contrario. Fate un piacere a Desio. State zitti e lavorate per migliorare le cose. Io il mio lo faccio seriamente sempre. Sempre che mi si consenta, naturalmente, perché, purtroppo, anche lavorando seriamente, c’è gente che vuole farti le scarpe.

  27. Anonimo
    Pubblicato il 26 Febbraio 2016 alle 12:37 | Permalink

    Le scarpe gliele facciamo frou frou come i cappellini……..
    Franca, non se la prenda. Il tempo passa. Desio deve guardare avanti. Ho Chi Min credo sia morto. Desio deve guardare avanti e scegliere tra il fare e non fare.
    Il suo Corti fa parte del gruppo del non fare che non è detto che sia sempre la cosa sbagliata.
    Ho l’impressione che la gente optera’ per il fare che non è detto sia sempre la cosa giusta.
    A parte queste ovvietà saranno le urne a decidere; urne di desiani DOC e di desiani non purissimi, come lei devoti a San Papurogio.
    Dicono che unioni tra consaguinei portino comunque a tare ereditarie.
    Salvaguardiamo il DNA desiano e chieda all’ottimo Crisafulli di cancellare il suo intervento soprattutto quei riferimenti allo smembramento in piccole particelle dei propri abitanti…..
    Lei sarà anche la più piccola delle particelle ma non ha fatto proprio una bella figura.

  28. franca
    Pubblicato il 26 Febbraio 2016 alle 14:16 | Permalink

    Vede anonimo, io ci metto passione nelle cose che faccio. Amo la mia città e non credo di dovermi giustificare con voi per questo. L’ho vista distruggere negli anni, ho visto persone suicidarsi. Vivo in una situazione surreale. Per fortuna ho la mia famiglia. Non so chi siate perché siete talmente carini da non palesarvi. Peccato. O forse siete solo vigliacchi. Io dico quello che penso, lei è come una serpe. Senza offesa per le serpi. Tanto, ogni tant ann e tant mes, l’aqua la torna al so paes. Se fossi in voi, ci penserei. Comunque, livello 0

  29. Anonimo
    Pubblicato il 26 Febbraio 2016 alle 19:36 | Permalink

    Poverina, è nervosa.
    Su, non faccia così. Serpe perché la prendo un po in giro? Mi sembra un tantino esagerato.
    Partecipi alla volata finale (che sia finale però ) col suo sindaco e poi si dedichi al meritato riposo.

  30. ilaria
    Pubblicato il 26 Febbraio 2016 alle 20:06 | Permalink

    la mia convinzione di partito politico e’ quella di un gruppo di persone, piene di passione nel volere la legalita’ di un paese, di raggiungere la vivibilita’ con regole per poter operare nel migliore dei modi. Invece vedo un mucchio di energia spesa per stare a galla e ottenere una poltrona. che fatica!!!!

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*
*