“Io, Paolo Smorta, Sindaco di Desio…”

101_2992

Nome Paolo

Cognome Smorta

Età 52

Stato civile sposato con Elena

Figli Riccardo e Alessia

Titolo di studio Licenza media

Professione Responsabile commerciale

Squadra del cuore Juventus

La tua frase del cuore Ricordati di osare, osare sempre (D’Annunzio)

Un pregio che ti riconosci Fiducia nel prossimo

Un difetto che ti riconosci Mi fido troppo del prossimo

L’angolo che più ami di Desio PalaBancoDesio

Tre cose che ti porteresti su un’isola deserta un libro di Roberto Re, un pallone e una bacchetta magica

Un viaggio da sogno (che hai fatto o vorresti fare) il mio viaggio di nozze, il tour della Sicilia

Desio a misura di bambini…. come? Massima attenzione ai bambini, dalla scuola al tempo libero.

Il tuo programma per Desio in un tweet (140 battute) Riqualificare gli edifici pubblici e privati per fare ripartire l’economia locale. Se partono questi lavori si mettono in circolo più di 200 milioni di euro

Hai la bacchetta magica…. fai sparire 3 cose da Desio… le rotaie del tram, la sensazione di insicurezza, i privilegi da parte dei politici amici

Hai la bacchetta magica… fai comparire 3 cose a Desio… centro sportivo degno di Desio, un centro storico pieno di negozi e la metropolitana che passa da Desio

Se dico la parola profughi ti viene in mente… disperati da aiutare

Se dico la parola sicurezza ti viene in mente… più vigili e forze dell’ordine nelle strade desiane.

Un’idea per lo sport a Desio…un sindaco sportivo, appassionato, che dedichi giuste attenzioni alle società sportive e ai desiani che lo praticano

Cos’è per te facebook, una minaccia o un’opportunità? Un’opportunità, purtroppo a volte strumentalizzata

Un grande evento che ti piacerebbe in Villa Tittoni….Giochi senza frontiere.

Se arrivasse un essere da Marte e gli dovessi spiegare Desio in poche parole: questa è la città dove…abbiamo avuto una squadra di basket in A1 che ci ha fatto sentire orgogliosi di essere desiani.

Libro sul comodino? Leader di te stesso di Roberto Re

A quale personaggio daresti la cittadinanza onoraria di Desio? Renzo Piano, architetto, se ci fa diventare la torre una eccellenza al posto di un ecomostro. Lo chiamo 3 ore dopo che sarò sindaco.

Perchè votare per te? Perchè sono libero dai partiti, con grandi capacità di risolvere i problemi e fare cose importanti in difficili condizioni.

Un aggettivo per descrivere te e i tuoi 4 avversari

Corti: ingrato

Gargiulo: no comment

Montrasio: brava ragazza

Smorta: vincente

Zanello: non lo conosco

Qual è la prima cosa che faresti da sindaco? Tolgo le rotaie del tram.

Ai desiani prometti solennemente che….? Prometto di rispondere alle aspettative dei desiani nel rispetto delle leggi e delle regole senza favoritismi

Cosa ne pensi di questa intervista? Questa intervista è una trappola per dividere, mentre io sono per unire.

Questo inserimento è stato pubblicato in politica. Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

25 Commenti

  1. fabrizio
    Pubblicato il 10 maggio 2016 alle 11:58 | Permalink

    Fondamentalmente un brav’uomo, ma non diventerà sindaco.

  2. gionni
    Pubblicato il 11 maggio 2016 alle 05:08 | Permalink

    Fabrizio, abbiamo capito il tuo pensiero: Corti sarà rieletto. Ti informo che puoi anche NON scriverlo come commento in ogni post…

  3. fabrizio
    Pubblicato il 11 maggio 2016 alle 12:24 | Permalink

    Strana la mancanza di commenti al programma di Smorta….

  4. pollicino
    Pubblicato il 11 maggio 2016 alle 15:23 | Permalink

    …praticamente… sport sport e ancora sport. Bene, e i problemi veri!? A chi li farà risolvere!? Auguri Desio!!!

  5. petaloso
    Pubblicato il 11 maggio 2016 alle 18:50 | Permalink

    Smorta chi?

  6. Alberto
    Pubblicato il 12 maggio 2016 alle 08:29 | Permalink

    Sempre ammesso che Renzo Piano ci faccia un progetto gratis, per completare e utilizzare la torre bisogna trovare chi ci mette i soldi….

    Piuttosto Smorta ci spiega se appoggia Corti o no, nel caso non vada al ballottaggio?

  7. pravda55
    Pubblicato il 12 maggio 2016 alle 16:07 | Permalink

    Qualcuno puo’ spiegare come far quadrare il bilancio? E’ finito il tempo delle alchimie contabili. Se si approva il bilancio su ipotesi di introiti dovuti e non certi, come trovare la quadra? Nuovi oneri di urbanizzazione? Desio e’ piena di case libere.Vogliamo costruirne altre? Vediamo di proporre e sviluppare opportunita’ che vengono dalla ricerca scientifica, invece di pensare ai grattacieli.Vediamo di regolamentare e disciplinare l’ etica ed i comportamenti dei cittadini, non ligi al rispetto delle Leggi. Vediamo di mettere un po’ di fantasia nei programmi elettorali.. non e’ più tempo di taglia e incolla..

  8. vincenzo bella
    Pubblicato il 12 maggio 2016 alle 16:33 | Permalink

    Sign. Pollicino , il suo giudizio su Smorta mi sembra ingeneroso , un poco prevenuto e sembrerebbe persino di parte. Lei dice:” praticamente… sport sport e ancora sport.” Provi a confrantare le risposte ad alcuni quesiti, vedrà che, quanto a “problemi veri”, Corti non è un campione. Avevo preparato un confronto su due colonne ma non riesco ad inserirlo, perciò la prima risposta è sempre di Smorta, la seconda di Corti.
    PAOLO SMORTA /ROBERTO CORTI
    Il tuo programma per Desio in un tweet (140 battute) Riqualificare gli edifici pubblici e privati per fare ripartire l’economia locale. Se partono questi lavori si mettono in circolo più di 200 milioni di euro
    Il tuo programma per Desio in un tweet (140 battute) Completare il cammino intrapreso, fatto di partecipazione, inclusione, tutela dell’ambiente e solidarietà, ovvero: “stare bene insieme”.
    Hai la bacchetta magica…. fai sparire 3 cose da Desio… le rotaie del tram, la sensazione di insicurezza, i privilegi da parte dei politici amici Hai la bacchetta magica…. fai sparire 3 cose da Desio… la torre Addamiano, la Pedemontana, le diseguaglianze.
    Hai la bacchetta magica… fai comparire 3 cose a Desio… centro sportivo degno di Desio, un centro storico pieno di negozi e la metropolitana che passa da Desio Hai la bacchetta magica… fai comparire 3 cose a Desio… un centro di ricerca e sviluppo che ospiti start-up innovative e che possa generare lavoro grazie a nuove aziende di successo, le scuole di Desio completamente ristrutturate, tecnologiche ed ecosostenibili, l’Aurora basket in serie A
    Se dico la parola sicurezza ti viene in mente… più vigili e forze dell’ordine nelle strade desiane. Se dico la parola sicurezza ti viene in mente… una rete solidale tra cittadini e istituzioni.
    Un’idea per lo sport a Desio… rilanciare il centro sportivo, ultimo pezzo che manca alla cittadella dello sport (Palabancodesio, Piscina ampliata e palestra della nazionale di ritmica sono ormai avviati e/o rilanciati) Un’idea per lo sport a Desio…un sindaco sportivo, appassionato, che dedichi giuste attenzioni alle società sportive e ai desiani che lo praticano
    Se arrivasse un essere da Marte e gli dovessi spiegare Desio in poche parole: questa è la città dove…abbiamo avuto una squadra di basket in A1 che ci ha fatto sentire orgogliosi di essere desiani

    Se arrivasse un essere da Marte e gli dovessi spiegare Desio in poche parole: questa è la città dove…la gente ha imparato di nuovo a “vivere bene insieme” e c’è posto anche per te!.
    Perchè votare per te? Perchè sono libero dai partiti, con grandi capacità di risolvere i problemi e fare cose importanti in difficili condizioni. Perchè votare per te? perché conosco Desio come le mie tasche ed il cambiamento che assieme abbiamo avviato, nei prossimi cinque anni migliorerà ancora di più il suo volto ed il nostro modo di vivere
    Qual è la prima cosa che faresti da sindaco? Tolgo le rotaie del tram. Qual è la prima cosa che faresti da sindaco? Proseguire nel lavoro già iniziato
    Ai desiani prometti solennemente che….? Prometto di rispondere alle aspettative dei desiani nel rispetto delle leggi e delle regole senza favoritismi Ai desiani prometti solennemente che….? continuerò ad impegnarmi anima e corpo per la nostra Desio, come fatto in questi ultimi cinque anni

  9. marco beretta
    Pubblicato il 12 maggio 2016 alle 21:44 | Permalink

    Professor Bella, spero che anche Lei convenga che non si può mettere a confronto la capacità di amministrare di cinque candidati mettendo a confronto le loro risposte alla domanda di esporre il loro programma in 140 battute…Più in generale direi che, se queste interviste aiutano da una parte a conoscere un po’ i candidati e hanno il merito di allargare la platea che in qualche modo può sentirne parlare prima di votarli, dall’altra hanno certamente il limite di non fornire una idea esaustiva della loro competenza, che ne esce inevitabilmente appiattita. Far emergere da queste poche righe, come lei sta facendo, la competenza dell’uno rispetto all’altro candidato è un obiettivo che probabilmente tali interviste neppure si prefiggono e mi pare alquanto avventato.Sarei stato comunque curioso, lo dico davvero senza ironia, dal momento che Lei ha da ridire su tutto, pure sul libro che ciascuno di loro ha sul comodino,di sentire le sue risposte alle medesime domande.Probabilmente avrebbe dato le stesse risposte, ma non credo che, data la sua decennale esperienza politica, avremmo potuto trarre afferettatamente delle conclusioni circa la sua scarsa competenza. O no?
    Cordiali saluti

  10. pollicino
    Pubblicato il 13 maggio 2016 alle 10:36 | Permalink

    Vincenzo Bella, ma santa pace…è ovvio che son di parte! Lei no!?!?
    Corti ha già risolto un pò delle rogne lasciate da chi amministrava con Lei, fino a 5 anni fa…se lo ricorda!? …mmm…forse no… (e non mi addentro nei particolari, che è meglio!).
    Un “sindaco sportivo” (=che fa sport, mi par di ricordare sia il significato) è quello che ci serve!?! Squadre di ogni specialità sportica e case che cadono a pezzi e servizi inefficienti!? Non credo proprio. E visto che un sindaco “con la bacchetta magica” non esiste, affidiamoci almeno a chi ha qualche competenza, un pò su tutto.
    Se lei mi conferma di non essersi ricandidato, le dico un grande e sincero GRAZIE! La saluto.

  11. pollicino
    Pubblicato il 13 maggio 2016 alle 10:39 | Permalink

    ah, dimenticavo… caro sig.Bella, per quanto riguarda le risposte affiancate, poteva anche evitare: mi sembra che Smorta non ne esca tanto bene…e Lei ha provveduto a sottolinearlo. Complimentoni!!

  12. vincenzo bella
    Pubblicato il 13 maggio 2016 alle 17:43 | Permalink

    Dott. Beretta , perfettamente d’accordo su tutto, e sul fatto che interviste simili non possano essere esaustive. Io non ho inteso dimostrare il contrario e non mi pare di aver fatto emergere maggiori o minori competenze. Ho solo citato. Mi sembrava affrettato il giudizio dell’anonimo pollicino ed è perciò che, rileggendo in parallelo le due interviste, mi è parso che non fosse poi così scontato il giudizio di quel signore, come del resto qualunque mio giudizio.
    Relativamente poi alle valutazioni sommarie che l’anonimo esprime non posso e non voglio entrare nel merito. Del resto di che cosa parla, ed io a chi e su che cosa rispondo.
    Occorre tuttavia ricordare ancora una volta che le responsabilità sono personali; che la maggioranza di cd., nel 2010, dopo dieci anni di governo ha vinto al primo turno con il 56% dei voti; che nonostante l’operazione “infinito”, alle elezioni del 2011 il cd,che si presentava diviso, ottiene complessivamente ancora il 52% dei voti al primo turno. Corti ha legittimamente governato una città che lui , per i voti ottenuti, non rappresentava.
    Chiedo scusa per l’ennesimo sfogo che a fronte di una tale spacchiosa anonima arroganza, non ho saputo trattenere.
    In ogni caso vedremo quanta di quella scontata competenza, che l’anonimo pollicino riconosce a Corti, gli verrà riconosciuta dall’elettorato desiano, e di fronte a quel risultato, qualunque esso sia , ci inchineremo.
    P.S.
    • Il libro sul comodino …….Poteva risparmiarselo.
    • “Il piccolo principe” è uno dei miei libri preferiti, lo avrò letto almeno venticinque volte.

  13. Fagiolo magico
    Pubblicato il 13 maggio 2016 alle 18:36 | Permalink

    Mi chiedevo quando esce “Io, Zanello, Sindaco di Desio” ci sarebbe una ghiotta notizia da veicolare, e su cui discutere, su due candidati del centro destra……….

  14. Fagiolo magico
    Pubblicato il 13 maggio 2016 alle 18:37 | Permalink

    volevo poi sapere, a quando il primo faccia a faccia tra i candidati sindaco?

  15. marco beretta
    Pubblicato il 13 maggio 2016 alle 23:09 | Permalink

    Le chiedo scusa per il libro sul comodino: non voleva essere una battuta sgradevole, ma volevo solo sottilineare che lei a volte mi sembra un po’ troppo critico con alcuni di questi candidati…Detto da uno che in questo momento sul comodino ha “Gerald ha perso la scarpina”…

  16. pollicino
    Pubblicato il 17 maggio 2016 alle 08:17 | Permalink

    Sig.Bella, non ho veramente più parole.

  17. pollicino
    Pubblicato il 17 maggio 2016 alle 08:18 | Permalink

    …appunto…l’intervista a Zanllo!?!? Siamo ansiosi!!

    • Pubblicato il 17 maggio 2016 alle 15:37 | Permalink

      Più volte sollecitato. “Sì sì la mando”, la risposta. Al momento, nulla. Avrà di meglio da fare.

  18. marco beretta
    Pubblicato il 17 maggio 2016 alle 19:39 | Permalink

    Magari,essendo nuovo della città, non conosce made in desio.Qualcuno provveda…

  19. Fagiolo magico
    Pubblicato il 17 maggio 2016 alle 22:18 | Permalink

    Va be’, ad aspettare Zanello si fa notte! E mi scuso con Smorta.
    In questi giorni si fa un gran parlare del “caso” Sala: con sarebbe candidabile perche le dimissioni da commissario Expo non sono state ratificate dal CdM (il Tar ha però dato ragione al candidato Sala, sembra, perché le dimissioni non necessitano ratifica… ci sono punto).
    In realtà la dicitura corretta sarebbe stata “ineleggibile”, visto che l’incandidabilita riguarda chi é stato condannato per alcuni reati.
    Rileggendo però il testo del TUEL (che Sara Moltrasio ha sul comodino, e quindi dovrebbe avere sotto mano), tra le cause di “ineleggibilità” c’è la seguente:

    1. Non sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, consigliere metropolitano, provinciale e circoscrizionale:
    […] 11) gli amministratori ed i dipendenti con funzioni di rappresentanza o con poteri di organizzazione o coordinamento del personale di istituto, consorzio o azienda dipendente rispettivamente dal comune o dalla provincia;
    […] 3. Le cause di ineleggibilità previste nei numeri […] 11) e 12) non hanno effetto se l’interessato cessa dalle funzioni per dimissioni, trasferimento, revoca dell’incarico o del comando, collocamento in aspettativa non retribuita non oltre il giorno fissato per la presentazione delle candidature […]

    Quindi il TUEL dice chiaramente che é “ineleggibile” l’amministratore di una società controllata dal Comune, a meno che questi non si sia dimesso entro il termine del 07.05.2016 (ultimo giorno utile per la presentazione delle candidature).

    Mi chiedo quindi: i candidati consiglieri comunali VITALE MICHELE e MOTTA ETTORE, si sono dimessi dal CdA della Azienda Servizi alla Persona “Pio e Ninetta Gavazzi” entro il termine indicato dalla legge?

    Crisafulli potresti indagare? Sara Moltrasio, visto che il ricorso contro Sala é stato fatto dal suo Movimento… basta fotocopiarlo, presentarlo e, forse, avrà miglio fortuna……..

  20. Sara Montrasio
    Pubblicato il 18 maggio 2016 alle 10:44 | Permalink

    Se sono ineleggibili il ricorso è ammesso dopo le elezioni, nel caso siano eletti.
    La domanda è: L’ASP Pio e Ninetta Gavazzi è controllata/partecipata da comune, provincia o regione? A me pare di no.

    Il caso Sala è diverso perché lui tutt’ora risulta “commissario di Governo” non esistendo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che revochi la sua carica, come invece era stato fatto per Letizia Moratti. E’ corretto dire che è ineleggibile (e il TAR non gli ha dato ragione, non ha ammesso il ricorso).

    Per il M5S di Milano il punto è “il PD candida a Sindaco di Milano uno che una volta eletto non può per legge fare il Sindaco?”, non è un controsenso? Nonché un danno per chi lo voterà?

  21. Fagiolo magico
    Pubblicato il 18 maggio 2016 alle 16:08 | Permalink

    Signora Montrasio, come sindaco di Desio alla scadenza del mandato del CDA della Casa di Riposo, Lei dovrà dominare 2 consiglieri d’amministrazione, indicando anche il presidente…….. oltretutto tali consiglieri d’amministrazione non possono essere stati consiglieri comunali nei due anni precedenti.
    Quindi, di fatto, è controllata.

    Nel caso poi di Sala, se eletto sindaco, la sua ineleggibilità fa si che TUTTO il procedimento elettorale sia nullo (anche se non vince)…. non è un controsenso. Credo che il ricorso tendeva, proprio per questo motivo, ad escluderlo a priori in modo da non invalidare tutta l’elezione.

  22. Fagiolo magico
    Pubblicato il 18 maggio 2016 alle 16:14 | Permalink

    Mi correggo in parte: il caso di Sala (se riconosciuto ineleggibile) fa si che TUTTO il procedimento elettorale sia nullo (anche se non viene eletto). Quindi non c’entra nulla dire “se diventerà sindaco”… il danno è costituito dal fatto che se vince, bisogna tornare a votare.
    Poi non so se e perchè il ricorso non è stato ammesso, in ogni caso si è già visto che le decisioni del TAR possono essere sbagliate e il Consiglio di Stato ribaltare tutto.

    Nel nostro caso queste persone ineleggibili, rende nulla la loro eventuale elezione (e non tutto il procedimento elettorale). La ratio della legge è che chi ha potere non deve sfruttare questo potere per raccogliere voti.
    Mi spiace che anche chi dovrebbe avere ben chiaro cos’è la “questione morale” non abbia colto la provocazione….

    e poi: ma chi raccoglie voti in condizione di ineleggibilità (che non può non sapere di avere) non tradisce il voto dei propri elettori? Lo fa solo per favorire il partito?

  23. Andrea
    Pubblicato il 1 giugno 2016 alle 07:20 | Permalink

    Nel programma di Smorta si ribadisce la contrarietà al progetto della metrotranvia, e si fa riferimento come alternativa alla metropolitana Milano-Como e di come questa sia già in fase di progettazione … Esiste davvero uno studio di fattibilità? E soprattutto è ingegneristicamente possibile un’opera del genere?

  24. fabrizio
    Pubblicato il 22 giugno 2016 alle 08:58 | Permalink

    Di Smorta resterà soltanto l’immagine di un “fanciullone pacioso e allegro”…

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*
*