“Io, Sara Montrasio, Sindaco di Desio…”

Sara Montrasio

Inauguriamo le interviste “Made in Desio” per conoscere i 5 candidati Sindaci.
Apre Sara Montrasio, Movimento 5 Stelle.

Nome: Sara

Cognome: Montrasio

Età: 50

Stato civile: coniugata, militesente

Figli: Davide, 10 anni

Titolo di studio: Maturità scientifica e diploma in Grafica superiore

Professione: Responsabile comunicazione

Squadra del cuore: Milan (per un fattore ereditario)

La tua frase del cuore: Fatti non foste a viver come bruti

Un pregio che ti riconosci: Il pensiero laterale

Un difetto che ti riconosci: Non sono capace di stirare

L’angolo che più ami di Desio: Più che un angolo uno scorcio: i campi coltivati sulla strada per Bovisio, sia quando cresce il grano e fioriscono i papaveri, che dopo la mietitura con le balle di fieno sparse

Tre cose che ti porteresti su un’isola deserta: il wi-fi, carta e penna, il profumo di ambra

Un viaggio da sogno (che hai fatto o vorresti fare)
Ho attraversato la Baja California (una penisola del Messico) da Nord a Sud e ritorno, a bordo di un maggiolone, passando per il deserto, le saline e toccando due mari: il Pacifico e il Mar di Cortez. Cactus e pellicani, antiche missioni e leoni marini, paesaggi da National Geographic

Desio a misura di bambini… come?
Meno inquinamento, strade meno pericolose, parchi gioco diversi dal solito che stimolino la fantasia, spazi coperti dove giocare in inverno

Il tuo programma per Desio in un tweet (140 battute)
Far stare meglio la gente, sia nel senso della salute (inquinamento, stile di vita) che di creare un ambiente più confortevole in cui vivere

Hai la bacchetta magica… fai sparire 3 cose da Desio…
L’inceneritore, le barriere architettoniche, la diffidenza

Hai la bacchetta magica… fai comparire 3 cose a Desio…
Un impianto di trattamento rifiuti pulito (al posto dell’inceneritore che ho fatto sparire), nuovi posti di lavoro, il mare

Se dico la parola profughi ti viene in mente…
La disperazione

Se dico la parola sicurezza ti viene in mente…
Illuminazione, pulizia, forze dell’ordine messe in condizione di lavorare al meglio

Un’idea per lo sport a Desio…
Riunire più discipline sportive sotto un’unica bandiera desiana, per dare un grande senso di appartenenza e unità, qualunque sia lo sport che si pratica

Cos’è per te facebook, una minaccia o un’opportunità?
Sicuramente un’opportunità per parlare con la gente, esprimere un’opinione, mantenere contatti con persone lontane o che non si ha più occasione di frequentare

Un grande evento che ti piacerebbe in Villa Tittoni…
Mi piacerebbe che la Villa diventasse il set di un film, magari storico, con tanti desiani coinvolti

Se arrivasse un essere da Marte e gli dovessi spiegare Desio in poche parole: questa è la città dove…
Dove servirebbe il teletrasporto (i marziani dovrebbero già averlo), così ci risparmieremmo il traffico, l’inefficienza dei mezzi pubblici e l’orrida Pedemontana

Libro sul comodino?
Il Testo Unico degli Enti Locali

A quale personaggio daresti la cittadinanza onoraria di Desio?
Mark Zuckerberg

Perché votare per te?
Perché ho le mani libere

Un aggettivo per descrivere te e i tuoi 4 avversari

Corti: secchione

Gargiulo: fotogenico

Montrasio: femminile

Smorta: ottimista

Zanello: spaesato

Qual è la prima cosa che faresti da sindaco?
Un piccolo progetto per ogni quartiere, concordato con i cittadini, per dare un assaggio di quello che si può fare lavorando insieme. E contemporaneamente proporrei la modifica del regolamento del consiglio comunale per renderlo più produttivo.

Ai desiani prometti solennemente che…?
Lavorerò tanto, come sono abituata a fare

Cosa ne pensi di questa intervista?
Che mi ha dato modo di riflettere una volta di più sul mio rapporto con Desio, quindi è stato tempo speso bene.

Questo inserimento è stato pubblicato in L'artigiano del mese. Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

12 Commenti

  1. Antonella
    Pubblicato il 1 maggio 2016 alle 20:02 | Permalink

    A proposito di spaesati. Consiglio ad un aspirante sindaco di tenere sul comodino oltre il testo unico degli enti locali (che se pur aggiornato il 29 febbraio 2016 risale comunque al 30 agosto 2000), soprattutto il D Lgs 50 del 19 aprile 2016, ossia il nuovo codice degli appalti. Tale decreto legislativo creerà non pochi problemi nei prossimi mesi. E’ uno degli ultimi regali di Renzi contro l’autonomia degli enti locali.
    Italia Antonina

  2. fabrizio
    Pubblicato il 2 maggio 2016 alle 09:21 | Permalink

    Auguri per le elezioni del 2021.

  3. vincenzo bella
    Pubblicato il 2 maggio 2016 alle 10:18 | Permalink

    Libro sul comodino. Testo Unico. Che tristezza!
    Spero per te che non sia così.

  4. american sniper
    Pubblicato il 2 maggio 2016 alle 13:46 | Permalink

    I sogni possono con la volontà avverarsi.

    A Cuneo in provincia di Asti c’è una spiaggia lunga 6 km. perché non a Desio ?

  5. Camillo Redaelli
    Pubblicato il 4 maggio 2016 alle 09:54 | Permalink

    Le riconosco un grosso difetto: NON è capace di stirare.
    Passi il fatto che tifa Milan.

  6. paracelso
    Pubblicato il 5 maggio 2016 alle 14:04 | Permalink

    Perché tu sai stirare, Redaelli? Da come vesti, non credo proprio.
    O sei uno di quelli che pensano che solo le donne dovrebbero stirare?
    Ma per piacere!

  7. marco beretta
    Pubblicato il 6 maggio 2016 alle 22:48 | Permalink

    Personalmente, la mia seconda scelta.

  8. matteo
    Pubblicato il 7 maggio 2016 alle 09:45 | Permalink

    Lavora nel campo della Comunicazione? E dove?

  9. petaloso
    Pubblicato il 7 maggio 2016 alle 20:22 | Permalink

    Credo che in un eventuale ballottaggio sia la seconda scelta di tutti

  10. antonio rosmini
    Pubblicato il 8 maggio 2016 alle 09:46 | Permalink

    leggo nell’intervista:
    Titolo di studio: Maturità scientifica e diploma in Grafica superiore
    Professione: Responsabile comunicazione
    Cosa è la Grafica Superiore?
    Responsabile della Comunicazione di quale azienda? (la risposta la conosco: il gruppo 5stelle in regione, quindi sottobosco parapolitico, una bella presentazione per chi predica il rifiuto dei fondi pubblici)

  11. Patty
    Pubblicato il 8 maggio 2016 alle 16:15 | Permalink

    Un impianto di trattamento rifiuti pulito (al posto dell’inceneritore che ho fatto sparire), nuovi posti di lavoro, il mare.

    Senza inceneritore: meno posti di lavoro e pattumiera a casa sua.
    Nuovi posti di lavoro: vedi sopra
    Mare: qualcuno ne ha fatta espressa richiesta? In effetti mi sembra una priorità, i desiani risparmierebbero sulle vacanze estive.

    Autolesionista.

  12. pollicino
    Pubblicato il 13 maggio 2016 alle 10:53 | Permalink

    Direi che abbiamo DUE candidati degni di nota…

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*
*