“Mariani? Don Abbondio. Era meglio il governo delle P.?”

La maggioranza di centro sinistra replica alla lettera di critiche di Desio 2000, la lista civica di Mariani.

Nei giorni precedenti la stampa ha dato spazio ad una lettera della Lista Civica Desio 2000. Titolo: “Vogliamo essere governati sul serio”.

Noi, come forze politiche di maggioranza, chiediamo in risposta “da chi vorreste essere governati”? Magari ancora dall’ex sindaco Giampiero Mariani? Certo, lui è stato ufficialmente sindaco per due mandati, ma chi ha governato veramente in quegli anni? Forse L’ex assessore regionale Ponzoni, attualmente detenuto in attesa di giudizio nel carcere di Monza? Oppure Antonino Brambilla, ex assessore all’urbanistica ora agli arresti domiciliari? O ancora Rosario Perri anch’egli agli arresti domiciliari, da molti indicato come il sindaco de facto dell’amministrazione Mariani?

Loro sono stati i veri autori di un PGT che favoriva pochi operatori a danno della città e del suo territorio.

Troviamo ridicolo chi condanna le modifiche e i paletti posti dall’amministrazione Corti in virtù di pochi ricorsi ad opera dei soliti speculatori: chi ha tenuto gli occhi chiusi mentre altri pianificavano lo scempio della città dovrebbe solo tacere.

La difesa della legalità è fatta di azioni concrete e non solo mediatiche.

Noi aspettiamo con fiducia i pronunciamenti della magistratura su capi di imputazione gravissimi, quali corruzione e affiliazione alla n’drangheta, che investono la pianificazione territoriale della nostra città, ma fin da ora ribadiamo che la difesa degli interessi di tutta la comunità nei confronti di quelli di pochi ha per noi la priorità.

Sulla questione partecipazione, noi crediamo che questa si costruisca non a chiacchiere o stringendo mani in piazza ma attraverso il coinvolgimento della cittadinanza in azioni concrete. Perciò sosteniamo il lavoro fatto dal Sindaco Corti e dai suoi assessori nel dialogare con associazioni culturali, sportive e dei commercianti e per favorire la nascita dei comitati di quartiere e il confronto con i loro rappresentanti.

A Spaccone aspettavano da anni la risoluzione del problema allagamenti durante i violenti temporali.

L’amministrazione Corti ha trovato il modo di avviarlo a soluzione, e non si osi chiamarla cambiale elettorale: è un impegno mantenuto nei confronti dei cittadini, e di questo siamo fieri.

L’elaborazione dell’offerta culturale in città è partecipata come non mai, si sono predisposte azioni per favorire la cittadinanza attiva, sia è avviato un percorso per coprogettare le politiche giovanili e sociali con il terzo settore cosi come si è pianificato il coinvolgimento della cittadinanza intera nella redazione della variante generale al PGT. Questi sono i primi esempi di un progetto complessivo che maturerà per tutto il mandato.

Sulla questione delle rette delle scuole materne, l’amministrazione viene accusata di aver operato solo aumenti.

Si tratta, come ben sa chi si informa e non fa solo demagogia, di una diversa ripartizione delle rette in base alle possibilità economiche delle famiglie, rispondente ai principio di equità e proporzionalità: chi ha di più verserà una cifra maggiore per ridurre quella di chi ha meno.

Il sistema adottato prevede l’uso dell’ISEE, di cui la giunta Mariani ignorava l’esistenza visto che, forse caso unico tra i comuni italiani, non l’aveva mai applicato.

Sulla questione sicurezza, la Giunta Corti sta collaborando con la Polizia Municipale per intensificare i pattugliamenti, compatibilmente alle risorse disponibili, alle leggi vigenti e alle difficoltà organizzative. Non ci risulta che la passata amministrazione Mariani-Lega-Pdl abbia preso provvedimenti concreti in merito.

In riferimento alla presunta “esplosione della spesa” per consulenze legali e non che questa amministrazione avrebbe prodotto, invitiamo Desio 2000 ad andarsi a leggere le voci di bilancio in materia invece di fare affermazioni casuali, senza rispondenza con la realtà e passibili di querela.

L’ex sindaco Mariani ci ricorda tanto il personaggio di don Abbondio: senza coraggio quando governava, ora, dopo aver lasciato anche il seggio comunale, si riscopre (a parole) pieno di risorse da semplice cittadino.

PD Desio – Desio Viva – IDV Desio – Sinistra per Desio

Questo inserimento è stato pubblicato in L'artigiano del mese e il tag . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

5 Commenti

  1. Claudiofiore
    Pubblicato il 9 Giugno 2012 alle 18:33 | Permalink

    A parte i bla bla bla…………….quali sarebbero le azioni concrete? ???

  2. EURIALO
    Pubblicato il 11 Giugno 2012 alle 09:31 | Permalink

    Forse era meglio non rispondere, avreste fatto una figura migliore …

  3. nasso
    Pubblicato il 11 Giugno 2012 alle 13:51 | Permalink

    Poveri presuntuosi, questa amministrazione deve solo ringraziare il gettito dell’imu di tutto ciò che non è prima casa perchè altrimenti colerebbero a picco…il terzo turno dei vigili d’estate con la giunta Mariani c’era sempre…

  4. Alberto
    Pubblicato il 18 Giugno 2012 alle 21:08 | Permalink

    Deprimente. A una richiesta di passare dalla campagna elettorale sulla legalita’ ai fatti amministrativi si risponde ancora con la storia dei processi.
    Non c’e’ speranza di parlare dei problemi di Desio.
    E poi, i tre personaggi citati sono del Pdl che era grande il triplo della lista di Mariani. Ma Corti pensa davvero che se li scegliesse Mariani?

  5. Alberto
    Pubblicato il 18 Giugno 2012 alle 21:11 | Permalink

    PS: e’ proprio leggendo il bilancio 2012 che si scopre che l’unica spesa tagliata e’ quella per la Polizia comunale

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*
*