Mariani e la sua lista: “Cara giunta, cosa hai fatto di concreto?”

Lettera aperta ai cittadini di Desio

Cari concittadini, è ormai trascorso un anno dall’insediamento a Desio dell’amministrazione guidata dal PD, vittoriosa più grazie alle divisioni di quello che una volta si chiamava centro-destra, che grazie alla forza della propria proposta politica.

Dopo un anno è opportuno fare un primo bilancio dei risultati ottenuti, soprattutto alla luce delle promesse fatte in campagna elettorale.

Per la verità la campagna elettorale dell’attuale maggioranza, una campagna tuttora in corso per alcuni dei suoi esponenti, si era concentrata soprattutto su due elementi: l’applicazione di una “democrazia partecipata” e il perseguimento della legalità.

Sul fronte della partecipazione, non possiamo non sottolineare che la frequenza dei consigli comunali si è diradata e che non solo il Sindaco ma anche alcuni uffici comunali risultano molto meno disponibili ed aperti al contatto con i cittadini di quanto succedesse in passato.

Con l’opposizione poi qualsiasi forma di dialogo e di ascolto è stata completamente bandita e la maggioranza (eletta da una minoranza di cittadini) decide senza consultare movimenti e cittadini.

Quanto alla legalità, abbiamo la forte sensazione che ci sia un po’ di confusione sul significato della parola. A volte sembra che l’amministrazione comunale confonda i propri legittimi desideri con il rispetto della Legge.

Lo si è notato quando è stata approvata la famosa variante al PGT, che, come noto, non ha seguito le procedure prescritte e ha ignorato diritti acquisiti e legittime aspettative dei cittadini, comportando una serie di ricorsi al TAR, le cui conseguenze (se il Comune sarà battuto) sulle nostre tasche non sono ancora note.

Un errore simile è stato fatto anche con il famoso decreto sulle slot e video-lotterie, poi frettolosamente sospeso. Confondere il legittimo desiderio per più spazi verdi e per un maggior controllo e responsabilità nel gioco d’azzardo, con le leggi vigenti è un grave errore per chi è chiamato ad AMMINISTRARE, ricordiamolo, non a fare propaganda o dare lezioni di legalità.

Nel frattempo un beneficio certo è stato realizzato a favore dei diversi consulenti, legali e non, che in questi mesi hanno lavorato per l’Amministrazione, facendo esplodere le spese.

La legalità poi non va disgiunta dall’attenzione alla sicurezza. Questa è un’esigenza sempre più sentita dai cittadini. La nuova amministrazione ha fatto qualcosa di concreto?

Era stata annunciata l’immediata attivazione di un terzo turno dei vigili, oltre a provvedimenti sulle regole per i nomadi e sull’accattonaggio.

E’ successo qualcosa?

Anche qui temiamo che si tenda a confondere l’organizzazione e la partecipazione ai convegni sulla legalità, o meglio ancora la costante e martellante presenza sui media, con le realizzazioni concrete di cui non si vede traccia.

Sul fronte del bilancio comunale, poi, dopo aver lanciato un allarme su un presunto “buco”, si è visto come la precedente amministrazione avesse lasciato i conti in ordine, tanto è vero che per ora, fortunatamente, pare non sia necessario aumentare le principali aliquote fiscali, se non quella dell’odiosissima IMU, solo sulle seconde case.

Se quindi ci sforziamo di identificare qualche concreta decisione presa dall’attuale Giunta, troviamo: l’aumento dei compensi a sindaco e assessori; l’aumento delle rette delle scuole materne, stranamente passato sotto silenzio anche da parte delle scuole materne paritarie; il blocco totale del PGT, che, oltre ai problemi citati sopra relativi alla proprietà privata, frena l’attività del settore edile, e le attività ad esso collegate, mettendo a rischio numerosi posti di lavoro; la pur doverosa soluzione del problema delle fognature del rione San Vincenzo, accompagnata però da altre opere che sanno tanto di “cambiale elettorale”.

Troppo poco, secondo noi. Speriamo che il documento di programma che l’amministrazione comunale sta per presentare, con colpevole ritardo, ci illumini sulle future intenzioni della Giunta. Ma i problemi sul tavolo sono tanti, oltre a quelli già elencati: il degrado delle strade e dell’arredo urbano, il destino degli edifici della ex casa di riposo e dell’agenzia delle entrate, l’area della ex rimessa ATM, il commercio, le società partecipate dal Comune….

E’ tempo di suonare la sveglia. E’ tempo che anche i cittadini di Desio aprano gli occhi, dopo un anno e mezzo di campagna elettorale e di choc da inchiesta “Infinito”, e chiedano di essere governati sul serio

Lista Civica Desio 2000

Questo inserimento è stato pubblicato in L'artigiano del mese e il tag . Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

7 Commenti

  1. flavio
    Pubblicato il 25 Maggio 2012 alle 00:59 | Permalink

    “vittoriosa più grazie alle divisioni di quello che una volta si chiamava centro-destra”. Eh, avreste dovuto organizzarvi meglio. Beh, del resto con tutto quello che avete combinato non era facile! In ogni caso avete perso, e meraviglia che dopo oltre un anno ancora non ve ne siate fatti una ragione.

    “la frequenza dei consigli comunali si è diradata”. Beh certo! Con la nuova giunta, la cittadinanza desiana si sente più al riparo dal problema della malavita. Mentre prima bisognava fare sentire il “fiato sul collo” al consiglio comunale, controllare da vicino. Ora la gente si fida di più.

    “la maggioranza (eletta da una minoranza di cittadini)” aridaje! E’ proprio vero che il potere logora chi non ce l’ha. Se migliaia di cittadini Desiani il giorno delle elezioni hanno preferito andare al mare, non è che tutti volevano votare per il Giampiero! I dati dicono che la maggioranza ha votato per Corti. Punto e basta. Per la rivincita bisogna aspettare ancora 4 anni. C’est la vie!

    “il blocco totale del PGT, che, oltre ai problemi citati sopra relativi alla proprietà privata, frena l’attività del settore edile, e le attività ad esso collegate”. Eh sì, certo! Ma io mi chiedo se le rileggete le cose quando le scrivete! Prima gli interessi del settore edile e delle “attività ad esso collegate”, e poi gli interessi dei cittadini. Cari Desio2000, la nuova giunta ha ribaltato le priorità e per questo i cittadini di Desio vi hanno mandato a casa. Prima i cittadini, il territorio, il verde, poi i palazzinari.

    Bellissimo il finale “choc da inchiesta Infinito”. Come se una delle operazioni più importanti di sempre fosse solo una messinscena organizzata a casa Ricchiuti-Corti per vincere le elezioni.

    Lunga vita alla giunta!

  2. Catone il censore
    Pubblicato il 25 Maggio 2012 alle 08:36 | Permalink

    Quello che mi lascia sgomento è la mancanza di visione , la mancanza di metodo, la mancanza di opportunità, la mancanza di logica per il futuro che Mariani sempre di più mostra di non avere.
    Caro Mariani, una volta che esaurisce il verde per costruire palazzine cosa pensa di aver fatto per la Città ?
    Si vede e si comprende che non ha una visione telescopica, solo una visione strumentale e miope alle risorse momentanee dovute agli oneri di urbanizzazione.
    E che vantaggi ne avrebbe la popolazione ?
    Nessuno, solo più abitanti, più automobili, più consumo di strade, più alunni in scuole sempre meno ricettive, più allacciamenti di fogne che già sono sature e meno verde.
    Ed una volta che ha costruito pure sulla Piazza Conciliazione cosa farebbe :
    grattacieli e parchi sospesi ?
    No, visto che le abitazioni sono già troppe e non si vendono e i profitti sarebbero solo di qualche imprenditore edile senza scrupoli e lei sa di chi parlo.
    Ma davvero pensa che 10 supermercati siano meglio di sei ?
    Lo sa cosa significa ‘ bacino d’utenza ‘ ?
    Lo sa che una volta distrutto un parco non ci sarà mai più ?
    Lo sa che l’economia non è solo edilizia e commercio delle grandi società di distribuzione ?
    Lo sa che l’economia sana si basa sul lavoro continuativo e non quello edilizio che è ‘ pro tempore ‘ ?
    Lo sa che se aumentassero gli abitanti, le risorse per quelli che hanno veramente bisogno finirebbero già a febbraio ?
    Ha mai letto qualcosa sulla ‘ green economy ‘ ?
    Ha mai letto un libro di statistica ?
    Ha mai parlato con un sociologo serio ( guardi che non sono tutti comunisti) ?
    Ha un’idea di come si sta evolvendo la società e dei bisogni nuovi ?
    Si goda la pensione in pace, la Città le ha già dato molto e credo non abbia più bisogno di lei.

  3. Desiolibera Giovanni
    Pubblicato il 25 Maggio 2012 alle 11:02 | Permalink

    Opposizione? la cercano anche su chi l’ha visto!

  4. Alberto
    Pubblicato il 28 Maggio 2012 alle 14:35 | Permalink

    La frase “Con la nuova giunta, la cittadinanza desiana si sente più al riparo dal problema della malavita” la dice lunga sull’effetto della propaganda.
    Le inchieste le ha fatte la magistratura e bene ha fatto.
    Dubito che la malavita sia stata sconfitta, purtroppo. E certamente non è stata sconfitta dall’attuale giunta.
    Non si può pensare di vivere per 5 anni di rendita su questo. Forse alla fine del quinquennio se ne renderanno conto anche Flavio e Catone.

    PS: il PRG/PGT con il maggiore aumento di abitanti e di metri cubi lo ha fatto, dati storici alla mano, una giunta di sinistra. Prego mollare per un secondo i libri di sociologia e informarsi.

  5. camillo redaelli
    Pubblicato il 15 Giugno 2012 alle 15:18 | Permalink

    “la pur doverosa soluzione del problema delle fognature del rione San Vincenzo, accompagnata però da altre opere che sanno tanto di “cambiale elettorale”.Carissimo Ex Sindaco Mariani ma ci è o ci fa??Prima ammette che avete perso le elezioni perchè vi siete divisi e poi parlate di cambiali elettorali? O una o l’altra suvvia!!Le fogne di Spaccone….si insedia una nuova Giunta e in neanche un anno risolve il problema…Lo sa Sig Ex Sindaco Mariani che in Brianza Acque non avevano mai avuto richieste di interventi speciali igenico sanitari per internenire sul problema delle fogne? Eppure Lei sapeva e come Lei tanti altri da almeno otto anni..Bhe sa parlare per parlare siamo tutti capaci(io magari per primo) ma NON le permetto di darci dei riscossori di cambiali elettorali(che poi secondo me non ha propio ben chiaro il significato della parola),noi stiamo lavorando, e mi creda lavorando per rendere Desio più vivibile e se chi ci governa attualmente riesce a fare qualcosa di concreto(e non solo le solite promesse..vedi terzo turno della polizia locale, si ricorda Ex Sindaco Mariani vero?)bhe allora va pungolato vero ma va anche aiutato se questo vuol dire il bene di Desio.
    Come sempre ci metto la faccia e ascolti un consiglio(se vuole) ci lasci stare.. perchè chi semina vento raccoglie tempesta, noi siamo cittadini stop e non me ne frega nulla dei Partiti ma mi confronto con la gente tutta e se trovo qualcuno come me che vuole fare il bene di DESIO concretamente io lo faccio con lui qualsiasi esso sia, anche perchè non potrebbero esistere i comitati di quartiere per una regola di natura sociologica.
    Con rispetto Redaelli Camillo

  6. Paolo
    Pubblicato il 15 Giugno 2012 alle 21:34 | Permalink

    Ho letto con attenzione la lettera dei sig. Mariani. Sono purtroppo amareggiato , amareggiato nel costatare che non si è capito che i tempi sono cambiati. Siamo a una svolta importante, sig. Mariani, e la gente ha voglia di chiudere con un passato a tinte fosche , da Italia pigrona e corrotta. Abbiamo finalmente l’opportunità di avere la città guidata da gente giovane e non ancora …rovinata. Lasciamola fare. Saranno i fatti a dirci come avranno governato. Nel frattempo, io desiano di importazione, ho l’impressione che questa giunta ha fatto più cose in neanche un anno di lavoro che tutte quelle precedenti messe insieme, pur non avendo un euro di soldi a disposizione. Mi dispiace dirlo, ma la mia è una sensazione molto netta, sig. Mariani. Non se ne accorto anche lei ? Il fatto di avere messo uno stop alla cementificazione mi sembra un atto di coraggio molto ardito e da non sottovalutare. Lei lo avrebbe avuto ?
    I suoi figli e i figli dei suoi figli , quando sarà il momento, chi dovranno ringraziare per quel che rimane del verde che si vuole tutelare ? Lei o chi ci sta governando ?
    Distinti saluti.

  7. sorridiamo-un-pò
    Pubblicato il 16 Giugno 2012 alle 14:59 | Permalink

    Per il PS di Alberto.
    Appunto per il grave errore commesso dalla giunta di sinistra a fine anni 90 (se ben ricordo), perchè si è proceduto con lo stesso errore, in quel momento quindi doppiamente grave? “Errare humanum est, perseverare autem diabolicum”. Proseguo con un’altra battuta: … e poi prego riprendere un secondo i libri per imparare a connettere le informazioni ricevute.

Un Trackback

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*
*