• IL CAMP A MISURA DI BAMBINO

    IL CAMP A MISURA DI BAMBINO

    IL CAMP MULTISPORT-MULTIDIVERTIMENTO
    PIU' INNOVATIVO E COINVOLGENTE DELLA BRIANZA....pronto a ripartire LUNEDI 13 GIUGNO FINO A FINE LUGLIO!
    Hai già iscritto il tuo bambino e la tua bambina dai 5 ai 13 anni?

    Scrivimi su info@tikitakacamp.it per qualsiasi informazione.
    Vi aspetto! alessandro

Cerchi lavoro? Costruiscitelo! E accederai al nuovo Fondo Lavoro

Pubblicato in L'artigiano del mese | Etichette: | 1 Replica

2004: si scopre la Villa abusiva. 2010 le ruspe fanno retromarcia. 2015, la volta buona?

Pubblicato in L'artigiano del mese | Etichette: , , , | Scrivi un commento

Desio, oratorio. Bullismo, violenza. Decisione choc (con retromarcia) del don

20150921_090714

Pubblicato in dibattiti | 12 Repliche

BUONE VACANZE A TUTTI!

MADE IN DESIO TORNA A SETTEMBRE CON TANTE NOVITA’!

Pubblicato in L'artigiano del mese | 2 Repliche

Firme sui Rom. Contro? No, a favore. (e non è una barzelletta)

DESIO – Il nodo Rom scatena una ulteriore raccolta di firme. L’ennesima, nel corso degli anni. Questa volta, però, a Desio, non è una petizione per lamentarsi di insediamenti abusivi, di accattonaggio molesto, furti o quant’altro spesso attribuito ai nomadi, bensì per dare voce, dignità, visibilità e riconoscimento alla loro presenza e alla loro “cultura”. Un’iniziativa che appare per certi versi provocatoria, quella che – in un momento come questo – due consiglieri comunali di maggioranza hanno deciso di avviare: si tratta di Sergio Mariani di Sinistra per Desio e Diego Sironi del Partito Democratico.

È stato il primo, durante l’ultima seduta del consiglio comunale, a portare in aula la questione, annunciando l’iniziativa, che prenderà il via oggi, in una location molto importante, Villa Tittoni, dove sono in programma una serie di manifestazioni per famiglie e giovani: “Io e Diego Sironi ci alterneremo al banchetto – ha spiegato Mariani -. Abbiamo pensato che questo momento, in cui nel mondo c’è un gran caos, sia quello buono: ecco perchè abbiamo deciso di iniziare questa raccolta di firme, che ha l’obiettivo di sensibilizzare il Governo italiano, la Comunità Europea e tutte le istituzioni al riconoscimento della cultura e della lingua rom”.

Una richiesta che arriva in un momento in cui, rimanendo a Desio (ma anche in altri comuni della Brianza), da mesi, da anni, ci sono polemiche per la massiccia presenza di insediamenti abusivi e di vere e proprie “task force” di nomadi a fare accattonaggio, furti, truffe e quant’altro. “Bisogna smetterla di considerare queste persone solo come ladri, prostitute, farabutti e vagabondi – ha detto Mariani -, bisogna riconoscere la loro presenza sul territorio come portatori di cultura”. Nessuno ha ben chiaro quale tipo di cultura, almeno in città, eppure Mariani ha lanciato l’appello a tutti i desiani, “se avete un pizzico di sensibilità venite a firmare”, ha detto.

Un appello che non ha mancato di sollevare subito reazioni, come quella di Andrea Villa, consigliere della Lega Nord, “in consiglio comunale – ha scritto il rappresentante lumbard su facebook – hanno invitato i desiani ad andare a firmare per il riconoscimento della cultura rom. Se volete farlo, andate domenica in Villa Tittoni. Io ringrazio per l’invito ma ho altro da fare, non potrò esserci”. Ironico, chiaramente. E sono tanti i cittadini che già si sono espressi, contro l’iniziativa dei due consiglieri. “Mi sarebbe piaciuto vedere tanta enfasi – aggiunge Villa – da parte di certi consiglieri anche sulla raccolta firme contro la legge Fornero: evidentemente le loro priorità sono diverse. Per fortuna questa amministrazione durerà ancora poco”.

È vero però che a Desio c’è anche chi ha lavorato a lungo per la permanenza e l’integrazione dei rom sul territorio, come l’associazione Kirvè onlus.

Pubblicato in L'artigiano del mese | 7 Repliche

Con Garbo (ma non troppo): “Bilancio? Troppe tasse, poche opere”

Ricevo e pubblico

TROPPE TASSE POCHE OPERE

Il 2014 è stato “anno orribilissimo” per i contribuenti desiani con il più forte incremento della imposizione fiscale che ha raggiunto il massimo record storico tra imposte e tasse decise dal Comune.

La TASI – che nel 2013 non si pagava – brutalmente applicata come patrimoniale solo alla 1° casa, ha generato un gettito di oltre 3,5 milioni, ben 700 mila in più rispetto alle già alte previsioni del Comune, che ha ancora sbagliato del 20% rispetto agli attesi 2,8 milioni. Hanno pagato di più le famiglie con figli e rendite catastali basse, perché è stata tolta la detrazione di 50€ per ogni figlio a carico e quella fissa di 200€ per la 1° casa, rispetto alle modalità della equivalente IMU sull’abitazione principale. L’addizionale IRPEF, già alzata notevolmente nel 2012, ha dato un gettito di 2,8 milioni, 180 mila in più rispetto all’anno prima. I desiani hanno pagato complessivamente 12 milioni di IMU sulle seconde case, terreni e beni strumentali alla produzione, compresa la parte dello Stato. Erano 6 milioni nel 2010, quando c’era l’ICI. In totale le imposte comunali sono arrivate a 13,5 milioni, erano attorno ai 9 milioni nel quinquennio Mariani.

La TARI, la tassa sui rifiuti, ha generato un gettito di 4,4 milioni: 300 mila in più del 2013mentre il servizio di raccolta,smaltimento e pulizia peggiora per efficacia. Le tasse comunali aumentano a 5,8 milioni, erano 4,5 nel 2010. Imposte e tasse comunali arrivano a sfiorare i 20 milioni, erano 13,5 nel 2009.

Per il 2015 si rischia di fare peggio: aumenta di 300 mila il gettito IMU e vengono confermati tutti gli altri incrementi perché gli aumenti delle tasse sono per sempre. Viene confermato il gettito incrementato per la TASI, salvo una fittizia restituzione di 160 mila sui 700 incassati in più: quindi se ne prendono circa 540 in più sulle previsioni del 2014 per un gettito atteso di 3,2 milioni. La TARI aumenterà ancora nel 2016 in base agli incrementi del costo del nuovo servizio richiesto da Gelsia. Non vengono restituiti tutti gli accertamenti da evasione sugli esercizi precedenti, nonostante il principio che la tassa deve pareggiare il costo. Il sacrosanto recupero da evasione andrebbe in qualche modo restituito a quanti hanno pagato il giusto.

La pressione fiscale comunale aumenta a fronte di nessun mutamento della spesa corrente e di una forte contrazione della spesa in lavori pubblici, che non può essere adeguatamente sostenuta perché non si fanno alienazioni del patrimonio pubblico, inutilizzato e abbandonato. Sono bassissimi gli investimenti pubblici e privati , derivati dalla teorizzazione ideologica della “crescita zero”. La spesa corrente è praticamente la stessa, per quantità, servizi e funzioni ( 30 milioni), della tanto criticata gestione Mariani, senza alcuna evidenza della propagandata discontinuità. Particolarmente grave è la diminuzione reale della spesa in conto capitale, quella dei lavori pubblici e della manutenzione delle strade e del patrimonio. Il “libro dei sogni” delle opere pubbliche, da 5 anni annunciate, non si realizzerà neanche nel 2015 perché non entrano i soldi necessari previsti dalle cessioni di immobili e terreni.

Nessuna significativa opera è stata realizzata nel quinquennio Corti. Tanto rumore di propaganda per nulla di fatto. La gestione Corti si è dunque caratterizzata solo per il forte aumento delle tasse locali, senza nulla aver prodotto nella riqualificazione della spesa corrente e nell’investimento in lavori pubblici. Troppo è stato richiesto ai cittadini, in testa le famiglie, penalizzate su tutti i fronti a partire dalle rette sulle scuole materne. Troppo poco è stato loro restituito in termini di servizi ed opere per la crescita di una città in crisi permanente, aggravata da un peso fiscale troppo alto che porta alla chiusura di diverse attività produttive.

Tiziano Garbo

Pubblicato in L'artigiano del mese | 8 Repliche

Welcome in Desio. “Non c’è spazio di odio nella preghiera”

Pubblicato in L'artigiano del mese | 5 Repliche

VIDEO. Desio Shopping & Food

Pubblicato in curiosità, giovani, Il negozio del mese, Il ristorante del mese, L'artigiano del mese, Sport | 4 Repliche

Tempo di Palio degli Zoccoli. Ci sarai? Per chi tiferai? Cosa ti aspetti?

palio2015

Pubblicato in Cultura, territorio | Scrivi un commento

Con RCR la Formula 1…arriva a Desio!

RCR AutoriambiDESIO – Un vero e proprio assalto, per ammirare un gioiello che, molto difficilmente, si può aver modo di ammirare da vicino, toccare, fotografare. È quello avvenuto giovedì presso la sede della RCR Autoricambi di Desio, in via Del Guado. Tutti ai piedi della splendida, coloratissima, Red Bull guidata in Formula 1 dal pilota australiano Daniel Ricciardo nel 2013. Ospite d’onore del tradizionale Open Day dell’azienda guidata da Riccardo Crotti, che lo scorso anno riuscì invece a portare la altrettanto splendida e prestigiosa Ducati con cui Casey Stoner vinse il motomondiale. “Sono arrivati oltre 150 meccanici dalle officine di tutta la Brianza – spiega Crotti -, che hanno potuto godersi la monoposto e fare un bel po’ di foto”.

Ne hanno ammirato fattezze e segreti, senza però il mRCR Autoricambiotore e il cambio, come avviene sempre in questi casi per motivi di sicurezza. “Si tratta di gioielli molto richiesti per questi eventi espositivi – racconta il giovane titolare della RCR – per questo abbiamo dovuto prenotarla diversi mesi fa. Siamo riusciti a fare il tutto grazie a Usag, che è sponsor tecinco della Toro Rosso”. A chiudere la giornata, giropizza per tutti. Molto gradito, certo, anche se ognuno dei presenti avrebbe sognato un altro giro: sul bolide.

Pubblicato in curiosità | Etichette: , , , , , | Scrivi un commento