“Scambio di voti” in corso? Desio Viva dixit

Ricevo e pubblico

COMUNICATO STAMPA

Desio, 16 giugno 2016

DesioViva non ha aderito al manifesto sulla famiglia, perché Cesare Palombi, Presidente di AFI, una delle 25 associazioni promotrici del manifesto, tempo fa ci ha incontrati proponendoci un voto di scambio: l’adesione al manifesto da parte della nostra lista in cambio di 400 voti.


DesioViva non fa politica in questo modo. Abbiamo giudicato la proposta offensiva per noi che non lavoriamo a pacchetti di voti, per le persone che lavorano a questo progetto da tempo e per quelle che all’interno della stessa lista credono veramente nei valori contenuti nel manifesto vivendoli nel quotidiano e facendone uno stile di vita.


I fatti parlano da soli: Zanello sta usando in maniera strumentale un’iniziativa nobile alla quale ha aderito 4 giorni prima del ballottaggio. Diciamo a Zanello che l’elettorato cattolico a cui parla in questi giorni non è un pacchetto di voti e che sa che la politica è uno strumento utile per portare avanti principi e valori ma non si fa usare dalla politica. Diciamo anche che non è con una firma che si fa politica per la famiglia, ma con azioni concrete. Azioni che l’amministrazione guidata da Roberto Corti ha già intrapreso in questi 5 anni.


Zanello non rappresenta i contenuti del manifesto, ha sottoscritto qualcosa in cui non crede, ma anzi, smentisce con azioni e dichiarazioni pubbliche. L’impegno che ha preso è fasullo, perché nettamente in contrasto con l’ideologia leghista e quella delle forze di estrema destra all’interno della sua coalizione.


Il comunicato parte integrante del manifesto da lui sottoscritto parla di principi come l’accoglienza di ogni vita umana, di qualsiasi etnia, religione o orientamento etico e politico, soprattutto se profughi in fuga da cruente guerre o dall’infame terrorismo. Soprattutto non significa dei soli profughi, come ha dichiarato all’ultimo faccia a faccia o sui social a pochi minuti dalla conferenza stampa.


Ai desiani diciamo di diffidare da una persona che firma un documento per interpretarlo a sua convenienza, a seconda delle persone alle quali si rivolge. Una persona fa promesse che non può e non ha intenzione di mantenere.

Il Presidente di Desio Viva
Simona Barlassina
ASSOCIAZIONE DESIO VIVA

Questo inserimento è stato pubblicato in L'artigiano del mese. Metti un segnalibro su permalink. Inserisci un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

33 Commenti

  1. Cesare Palombi
    Pubblicato il 17 giugno 2016 alle 06:49 | Permalink

    Come presidente del Forum delle associazioni Familiari di Monza e Brianza ho incontrato in sei anni di esercizio diversi candidati e a tutti, anche se hanno firmato i ns. Manifesti ben 8 candidati di centro sinistra: Limbiate De Luca, Seveso Butti, Carate B.za Paoletti, Besana in B.za Cazzaniga, Muggiò Fiorito, Giussano Riva, Villasanta Ornago, Agrate B.za Colombo. Poi questa’anno hanno firmato: a Rho Romano e Tizzoni, a Vimercate l’attuale presidente e amico Lino Oldrati delle Acli ha ottenuto la firma di tutti i candidati a Sindaco se non erro, io in quel giorno non c’ero e chiedo sua conferma, mentre a Milano hanno firmato anche Sala e Parisi. Noi parliamo con i fatti e i ns. documenti e i ns. social facebook e sito accessibili a tutti, e quanto fatto negli anni. Se è vero quello che Desio Viva afferma c’è solo una cosa da fare denunciarmi alle autorità competenti che faranno il loro lavoro. Shalom Cesare Palombi

  2. fabrizio
    Pubblicato il 17 giugno 2016 alle 13:02 | Permalink

    Brancaleone Zanello fa il suo gioco, sta agli altri capirlo.

  3. SIMONA BARLASSINA
    Pubblicato il 20 giugno 2016 alle 15:02 | Permalink

    In merito al comunicato da me pubblicato in qualità di Presidente di Desio Viva in data 16 giugno voglio precisare, per evitare fraintendimenti, che l’espressione “voto di scambio” non è stata da me impiegata in senso tecnico.
    Nel colloquio che il Sig. Cesare Palombi ha avuto con alcuni rappresentanti della nostra Lista Civica ciò che è emerso non era affatto la promessa di voti certi a fronte della sottoscrizione del Manifesto, ma un eventuale spostamento del voto di quegli elettori sensibili alle tematiche in esso contenute.
    È stata effettuata una mera azione di “lobbying”, cioè di pressione politica, del tutto legittima, che DesioViva ha reputato inopportuna al fine di declinare con efficacia le politiche familiari e in generale per il nostro modo di essere.
    DesioViva ama valutare prima le proposte dopo un’attenta riflessione, piuttosto che convincersi della bontà delle questioni partendo dal potenziale effetto positivo che ci porterebbero in termini di consenso.

    Questo è il nostro modo di fare Politica.

    Simona Barlassina
    Presidente di Desio Viva
    Il giorno dopo il comunicato ho pubblicato anche una specifica che ti chiedo per cortesia di postare per correttezza. Ti ringrazio.

  4. Giulio
    Pubblicato il 21 giugno 2016 alle 08:02 | Permalink

    Bene la precisazione ma che brutta figura… e per fortuna che voi siete quelli che votavano con la testa e non con la pancia!

  5. Alberto
    Pubblicato il 22 giugno 2016 alle 07:55 | Permalink

    Retromarcia con grattata

  6. Marco beretta
    Pubblicato il 22 giugno 2016 alle 10:15 | Permalink

    Non mi sembra che la brutta figura l’abbiamo fatta noi.Anzi…Cordiali saluti.

  7. gionni
    Pubblicato il 23 giugno 2016 alle 08:13 | Permalink

    “Cesare Palombi, […] tempo fa ci ha incontrati proponendoci un voto di scambio: l’adesione al manifesto da parte della nostra lista in cambio di 400 voti.”
    “l’espressione “voto di scambio” non è stata da me impiegata in senso tecnico.”
    qual è, di grazia, il senso “non tecnico”?!?!?
    non è una pessima figura, è semplicemente una mossa elettorale, che magari qualche voto l’avrà spostato; la successiva, quasi imbarazzante, arrampicata sugli specchi verrà dimenticata presto, e sicuramente prima delle prossime elezioni.
    un benvenuto a “desioViva” nella politica, nell’accezione peggiore del termine.

  8. Marco beretta
    Pubblicato il 24 giugno 2016 alle 10:10 | Permalink

    Caro Gionni, io non ci vedo niente di strano né di scandaloso:è una rettifica sul termine utilizzato e non sul contenuto del comunicato;poi se vogliamo definirlo lo bingo piuttosto che voto di scambio,vabbe non è’ nulla di illecito:certo che firmarlo a tre giorni dal ballottaggio a noi e’ sembrata cosa poco seria;ad altri evidentemente no.poi sul discorso che fa lei non sono assolutamente d’accordo.non equipariamo questo con la vergognosa,patetica,irrispettosa,falsa e vigliacca accusa fatta alla giunta in merito alla mansarda della Ricchiuti;quella so che è politica con la p minuscola fatta da uomini piccoli piccoli.

  9. giulia
    Pubblicato il 25 giugno 2016 alle 19:16 | Permalink

    E dunque, chi sarà il vice sindaco?

  10. claudio
    Pubblicato il 26 giugno 2016 alle 16:48 | Permalink

    Giulia stanno litigando per le poltrone!

  11. Marco beretta
    Pubblicato il 27 giugno 2016 alle 06:52 | Permalink

    Certamente non io.

  12. Marco beretta
    Pubblicato il 27 giugno 2016 alle 11:57 | Permalink

    Litigando?non mi risulta.

  13. antonio
    Pubblicato il 27 giugno 2016 alle 12:06 | Permalink

    Non lei, ma altri si !

  14. american sniper
    Pubblicato il 27 giugno 2016 alle 12:23 | Permalink

    Assolutamente lei non litiga . Discute . Avrà comunque le sue assicurazioni da parte del sindaco. Nessuno è Cirano de Bergerac e nemmeno pinocchio .

  15. giulia
    Pubblicato il 27 giugno 2016 alle 20:36 | Permalink

    L’affaire mansarda ha lasciato strascichi in maggioranza? Mi piacerebbe sapere a chi è rivolta la querela della senatrice.. Dalla foto davanti alla caserma non si capisce.

    • antonio
      Pubblicato il 28 giugno 2016 alle 09:31 | Permalink

      scoprirete che non esiste nessuna denuncia….aspettiamo

  16. Marco beretta
    Pubblicato il 28 giugno 2016 alle 12:36 | Permalink

    Mah,le assicurazioni da parte del sindaco non le ho avute veramente.mi sembra ovvio che si discuta per arrivare ad una composizione di giunta e alla nomina di vicesindaco e presidente del consiglio che abbia una certa ragionevolezza:non mi sembra di vedere gente che sgomita,come si scrive su giornali ne c’è la necessità di litigare se si usano nelle scelte equilibrio e buon senso.l’affaire mansarda ha lasciato qualche strascico?credo di sì .quanto alla querela della senatrice ,bisognerebbe chiederlo a lei,a dire il vero io non ci ho molto a che fare.Cordiali saluti.

  17. pravda55
    Pubblicato il 28 giugno 2016 alle 17:53 | Permalink

    La querela si fa quando la si è certi di aver ragione. Quante sono le case in Desio con i sottotetti non abitabili? Solo per il gusto statistico si potrebbe fare un controllo, non nei soliti posti ormai conosciuti anche fuori Regione, ma altri visibili e invisibili allo stesso tempo ai più, per motivi A cui bisognerà dare risposte.Come dice il proverbio? Chi la fa…
    Per quanto riguarda le poltrone sarebbe scadente se vi fossero attriti per le stesse, conoscendo l’ equilibrio e la competenza di alcune.A meno che i poteri forti ” voti” non obbligano a nuovi equilibri. Qui allora serve un Carabiniere a Sx e non solo a dx…

  18. Giulio
    Pubblicato il 29 giugno 2016 alle 07:29 | Permalink

    Beretta nella difesa dell’indifendibile fa quasi tenerezza… come se fosse l’unico a non essersi accorto dei post dei suoi alleati della sinistra per desio… spin doctor li vada a leggere… anzi VADI…

  19. antonio
    Pubblicato il 29 giugno 2016 alle 09:51 | Permalink

    come da sempre a quello che le da fastidio….io non ci ho molto a che fare…cmq vedremo cosa lei dirà quando scoprirà che non esiste nessuna denuncia

  20. marco beretta
    Pubblicato il 29 giugno 2016 alle 13:04 | Permalink

    Caro Giulio, veramente quelli li ho letti, non sono così distratto come crede…Ho solo detto che se si applica ragionevolezza ed equilibrio, credo che sia meglio per tutti. Vedremo:a me sembra più fantozziano fare una discussione su facebook…

  21. american sniper
    Pubblicato il 30 giugno 2016 alle 13:00 | Permalink

    Come volevasi dimostrare . Lei nulla ha da eccepire sulle mie considerazioni . Il manuale Cencelli è sempre di moda e sempre attuale al di la delle capacità e competenze . Senza polemica , un cordiale saluto .

  22. Claudio Fiore
    Pubblicato il 1 luglio 2016 alle 06:52 | Permalink

    Per capire come siano fatti, basta vedere come hanno affrontato la mia segnalazione sulla questione dell’abuso ( vi garantisco che non esiste nessuno denuncia ). Infatti hanno palesemente dimostrato quanto siano attendibili nelle loro dichiarazioni in merito a tutto il resto. Vincendo le elezioni ritengono probabilmente che la partita sia chiusa. Per quanto mi riguarda, non ho certo finito la mia. Nella vita sopporto tutto. Se ne sentono e se ne dicono di tutti i colori contro di me. Mi interessa poco. Ma l’ipocrisia e l’arroganza del potere proprio non le digerisco. Ci sentiremo molto presto

  23. Marco beretta
    Pubblicato il 1 luglio 2016 alle 11:24 | Permalink

    Le sue considerazioni? E quali sarebbero,di grazia?che nessuno è come Cirano de Bergerac e nemmeno Pinocchio?o che è vietato pure discutere?francamente le sue considerazioni,se sono queste,non mi risultano comprensibili.

  24. pravda55
    Pubblicato il 1 luglio 2016 alle 18:15 | Permalink

    E quindi sara’ una estate calda?

  25. antonio
    Pubblicato il 4 luglio 2016 alle 09:08 | Permalink

    Fiore, la sparata sulla mansarda non ha ottenuto l’effetto sperato. I desiani non ci sono cascati: se ne faccia una ragione. Vedrà, in cinque lunghi anni avrà tempo di escogitare qualche altra sparata simile. Ritenti, sarà più fortunato.

  26. antonio
    Pubblicato il 4 luglio 2016 alle 10:29 | Permalink

    caro Antonio…nessuna sparata sulla mansarda, il tempo darà ragione…a Fiore . poi i desiani non ci sono cascati ma ricascati !

  27. pravda55
    Pubblicato il 4 luglio 2016 alle 17:41 | Permalink

    Cosa ha sta mansarda in più /meno di quelle pubblicizzate sui media, senza abitabilità? Forse che anche quelle avrebbero gli stessi requisiti per ottenere la sanatoria? Se fosse così , chi sa dica la sua..

  28. Claudio Fiore
    Pubblicato il 5 luglio 2016 alle 10:06 | Permalink

    Vedi Antonio ( mettete sti benedetti cognomi se no ci si confonde) esiste una categoria peggiore dei politici, che è quella dei loro tifosi. Come nel calcio, i giocatori traggono tutti i benefici e i coglioni sugli spalti si picchiano o alla meglio spendono un sacco di soldi per andare a vederli. Niente da fare. Così va il mondo. Tu apparterrai alla categoria del tifoso del politico che polemizza con me senza valutare i fatti, o alla meglio, gioisci della Vittoria (???) indipendente dalla verità. Un po meschino da parte tua non trovi?? Sarebbe stato meglio che il tuo sindaco avesse vinto anche prendendo un solo voto in più rispetto a cinque anni fa. Meglio ancora se ( a proposito della mia segnalazione) non ci fosse stata la palese confessione con una richiesta di condono in sanatoria come invece è avvenuto. Ma con nel calcio, il grande Boskov diceva. È rigore se l’arbitro fischia. Vedrai caro Antonio che l’arbitro fischierà. Stai tranquillo. Poi ne riparleremo.

  29. american sniper
    Pubblicato il 5 luglio 2016 alle 17:03 | Permalink

    A Natale chiederò a Gesù Bambino di ultimare i miracoli . Dopo l ‘ acqua in vino , pani e pesci chiederò in regalo che passi a distribuire un pochino di cervello a chi non capisce e pensa di essere in grado di camminare sull’ acqua .

  30. pravda55
    Pubblicato il 8 luglio 2016 alle 17:00 | Permalink

    Domani ci sarà il 1° consiglio con presentazione degli assessori etc.. ore 17.00, aula Borsellino e Falcone. Chi pensa di avere sassolini.. entrerà.?

  31. antonio
    Pubblicato il 12 luglio 2016 alle 08:41 | Permalink

    si inizia a pagare le cambiali elettorali….sette assessori , tanto pagano i desiani. aspettiamo anche l aumento degli stipendi a breve..come fece il sindaco appena insediato

  32. antonio
    Pubblicato il 14 luglio 2016 alle 12:46 | Permalink

    esiste una categoria ancora peggiore: quelli che è una vita che fanno politica ma guardano ai politici come “altro”.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*
*